8 maggio 2009 / 16:14 / tra 8 anni

Italiani per Veronica ma per ora non tradiscono Silvio

<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al programma "Porta a Porta" su RaiUno, risponde alle domande sulla separazione chiesta dalla moglie Veronica Lario. REUTERS/Remo Casilli</p>

di Giselda Vagnoni

ROMA (Reuters) - Gli italiani, soprattutto donne, parteggiano in maggioranza per Veronica Lario ma al momento non sembrano voler abbandonare, nelle urne, Silvio Berlusconi.

E’ quanto emerge dai sondaggi pubblicati dopo domenica 3 maggio, giorno in cui la seconda moglie del premier ha annunciato via stampa di cercare il divorzio dall‘uomo più potente d‘Italia e 70esimo più ricco del mondo nella classifica Fortune.

Secondo la rilevazione effettuata da Simulation intelligence per Panorama, il settimanale del gruppo Mondadori controllato dalla famiglia Berlusconi, la vicenda non ha cambiato per nulla l‘opinione sul capo del governo dell‘84% del campione mentre un 11% dice di averla cambiata un poco e un 5% molto.

“La vicenda divide emotivamente ma secondo me le intenzioni di voto non saranno inficiate da queste considerazioni. Si tratta di una vicenda di costume che non ha un‘influenza diretta sulla vita dei cittadini, non alza o abbassa loro le tasse”, ha spiegato a Reuters Alessandra Ghisleri di Euromedia, sondaggista di fiducia di Berlusconi.

Una indagine della Coesis su 300 intervistati (margine di errore 5-8%) mostra tuttavia che 6 italiani su 10 prendono le parti di Veronica, percentuale che sale al 64% tra le donne che rappresentano il 52% dell‘elettorato e che al 45% votano Pdl.

E avverte Giorgio Pedrazzini, direttore di ricerca di Coesis: “Perché le opinioni si traducano in atteggiamenti occorre un po’ di tempo”.

Veronica Lario, coniuge del Cavaliere dal 1990 e madre di tre dei suoi cinque figli, ha detto di sentirsi offesa dal ruolo svolto nel partito dalle giovani donne provenienti dal mondo dello spettacolo nonché dalla frequentazione di una minorenne da parte del consorte.

Lunedì sera 4 maggio, in una apparizione fiume alla trasmissione tv Porta a Porta Silvio Berlusconi ha smentito di avere un rapporto men che pulito con la neodiciottenne di Napoli Noemi Letizia alla cui festa ha partecipato la settimana scorsa.

Berlusconi ha accusato la stampa di sinistra di aver teso una trappola alla moglie e chiesto a quest‘ultima di riconoscere pubblicamente l‘errore di valutazione.

QUESTIONE FEMMINILE IN EMERSIONE?

Dati molto simili a quelli pubblicati oggi da Panorama erano stati rilevati martedì da Ipsos per la trasmissione tv Ballarò. L‘istituto di Nando Pagnoncelli aveva poi indicato intenzioni di voto al 40% per il Partito delle libertà, stabili rispetto al sondaggio pubblicato domenica su Il Sole.

Anche Pedrazzini di Coesis, esclude un impatto sulle elezioni europee del 6 e 7 giugno.

“Non ci sarà o sarà poco consistente”, ha detto Pedrazzini a Reuters.

Maurizio Pessato, capo della Swg, pensa anche lui che lo scandalo difficilmente colpirà Berlusconi alle elezioni europee ma ritiene che nel lungo periodo può far traballare la sua immagine di una figura positiva.

“La storia della ragazza è strana ed è difficile liquidare quello che dice la moglie come un malinteso”, ha detto Pessato.

E’ da chiedersi se la tendenza dell‘elettorato femminile ad essere più solidale con Veronica di quello maschile sia una indicazione dell‘emergere di una questione femminile per il capo del governo accusato dall‘ex commissario Ue Emma Bonino di “disprezzare le donne”.

Pedrazzini è cauto e spiega che la percentuale di donne pro Veronica si affievolisce in risposta alla domanda su chi dovrebbe chiedere scusa a chi: “Il 56% del totale pensa che dovrebbe essere Silvio Berlusconi. Tra le donne questa percentuale sale al 61% ma si mantiene sotto il 64% precedente segno che l‘uso dei media come mezzo di comunicazione di questioni private da parte di Veronica Lario non è stato apprezzato”.

Anche su un sondaggio web de Il Sole 24 Ore, pubblicato due giorni fa, la netta maggioranza dei partecipanti dichiarava più simpatia per Veronica che per Silvio.

Ma la sondaggista di Berlusconi si mostra scettica: “Non credo che tutte le donne si identifichino con Veronica Lario Berlusconi”.

Alessandra Ghisleri di Euromedia aggiunge, sempre a titolo personale: “Come si fa a dire che Berlusconi disprezza le donne? Ha valorizzato ottime ministre, una marea di parlamentari femmine e anche una sondaggista”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below