27 aprile 2009 / 09:01 / tra 9 anni

Turismo, cantone svizzero vieta nudismo

Di Josie Cox

<p>Salute,Sudcorea: identificati geni legati a malattie croniche. REUTERS/Daniel Munoz</p>

APPENZELL (Reuters) - I nudisti non saranno più liberi di fare escursionismo senza vestiti nel paesino alpino di Appenzell Innerrhoden, dopo che il conservativo cantone svizzero ha vietato il nudismo in tutta la zona.

Appenzell Innerrhoden è diventato famoso per gli escursionisti nudisti, che giravano senza veli per i suoi meravigliosi prati e le sue splendide valli.

“E’ ridicolo che Appenzell stia diventando famoso, a livello internazionale, per questa deprecabile abitudine”, ha detto Peter Schmid, che ha promosso il divieto di fare escursionismo nudi all‘annuale seduta del Landsgemeinde.

Il Landsgemeide è un‘assemblea popolare che si tiene, in questo cantone, nell‘ultima domenica di aprile. I partecipanti votano per alzata di mano su temi che riguardano la vita locale, un privilegio che era concesso solo agli uomini fino al 1990.

Tra i 3 mila e i 4 mila cittadini, alcuni indossando anche tipici vestiti locali, hanno partecipato all‘edizione di quest‘anno del Landsgemeide.

Il cantone di Appenzell Innerrhoden ha cominciato all‘inizio del 2009 a prendere provvedimenti per limitare quella che la polizia locale ha definito “un‘abitudine immorale”.

A febbraio, il consiglio comunale ha cominciato a imporre una tassa per coloro che praticavano il nudismo. Ma questa decisione si è rivelata un boomerang per il cantone svizzero, accrescendone la fama di rifugio per i nudisti.

ABITUDINE PERICOLOSA

Fare trekking nudi è diventata abitudine popolare anche in paesi come la Francia e la Germania, con i sostenitori di questa pratica che esaltano proprio la possibilità di essere realmente a contatto con la natura.

“Ci sono escursionisti che girano nudi anche in Francia e Germania”, ha detto alla Reuters Edith Zweifel, del consiglio per il turismo svizzero.

“Ma la Svizzera è molto più conservativa e tradizionalista”.

I detrattori di questa attività, contro la quale il cantone di Appenzell ha imposto multe fino a 200 franchi, sostengono che sia anche pericolosa.

Il portavoce del Mammut Katharina Habermann ha detto che esporre alcune zone delicate del proprio corpo ai raggi ultravioletti del sole è molto pericoloso.

Ma i praticanti hanno risposto che la possibilità di stare a contatto con la natura vale il rischio.

“Coloro che hanno già provato l‘ebbrezza di camminare nudi attraverso la foschia, di sdraiarsi al sole, di nuotare e sentire il vento sulla propria pelle, sanno bene quanto liberatorio sia camminare senza vestiti addosso”, ha scritto in una lettera Alice Haller, presidente della Swiss Naturists Organisation.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below