19 febbraio 2009 / 10:52 / 9 anni fa

Crisi, Harvard aumenta tasse e offre prepensionamenti

BOSTON (Reuters) - L‘Università di Harvard, la più ricca al mondo, ha dichiarato ieri che manterrà i salari allo stesso livello per il prossimo anno accademico, che attuerà un programma di pre-pensionamento dello staff e che rallenterà la costruzione del campus di Allston per risparmiare.

<p>Drew Faust, rettore dell'Universit&agrave; di Harvard. REUTERS/Adam Hunger (UNITED STATES)</p>

Il rettore di Harvard Drew Faust ha scritto ieri agli studenti, alla facoltà e ai docenti, dicendo che la crisi economica rende necessarie “alcune decisioni difficili”.

Alla fine dell‘anno scorso la Ivy League aveva annunciato che il suo patrimonio da 36,9 miliardi di dollari si era ridotto del 22%, di quasi 8 miliardi di dollari, nei primi quattro mesi dell‘anno fiscale iniziato a luglio. Si prevede che entro la fine di giugno la perdita arrivi al 30%, ha ricordato Faust nella lettera di ieri.

La notizia arriva in un momento in cui molte università del Paese stanno cercando di tagliare le spese e aumentare le entrate per riparare alla riduzione della loro dotazione.

Faust ha detto alla comunità di Harvard che la scuola lancerà un programma di pre-pensionamento volontario per 1.600 membri dello staff.

Allo stesso tempo, ha continuato, le tasse di iscrizione aumenteranno del 3,5% l‘anno prossimo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below