30 dicembre 2008 / 13:27 / tra 9 anni

Meno giornalisti uccisi nel mondo in 2008,drastico calo in Iraq

PARIGI (Reuters) - Sono stati meno i giornalisti rimasti uccisi mentre svolgevano il proprio lavoro quest‘anno rispetto al 2007, un calo dovuto al crollo del numero di morti in Iraq.

<p>Alcuni fotoreporter durante una protesta. REUTERS/Deepa Shrestha</p>

E’ quanto rivela un rapporto annuale dell‘associazione di giornalisti Reporters sans frontières (Rsf), che ha base a Parigi.

Sessanta giornalisti in tutto il mondo sono morti nel 2008, contro gli 86 del 2007, secondo quanto afferma il rapporto.

Il calo di incidenti però, aggiunge Rsf, non è segno di un miglioramento della libertà di stampa a livello globale.

“Le stime potrebbero essere inferiori rispetto allo scorso anno, ma questo non dovrebbe mascherare il fatto che l‘intimidazione e la censura sono divenuti più diffusi, anche in Occidente”, si legge nel rapporto.

“Il miglioramento quantitativo in certi indicatori è spesso dovuto al fatto che molti giornalisti vengono scoraggiati e si rivolgono a settori meno pericolosi, o vanno in esilio”, ha aggiunto.

L‘Iraq resta il paese che conta più vittime tra i reporter: ne sono morti 15 negli ultimi 12 mesi, un calo drastico rispetto ai 47 del 2007 e i 46 del 2006.

Seguono Pakistan, Filippine e Messico nella lista dei paesi più pericolosi per i giornalisti, mentre il numero di morti in Africa è crollato a 3 quest‘anno dai 12 registrati nel 2007.

Secondo il rapporto, sono stati meno quest‘anno anche i giornalisti detenuti, soggetti a censura, rapiti, aggrediti o minacciati.

Gli arresti sono arrivati quest‘anno a 673, contro gli 887 del 2007, e 29 sono stati sequestrati rispetto ai 67 dell‘anno scorso.

Ma l‘osservatorio parigino afferma che censura e intimidazioni sono ancora molto diffusi, concentrandosi su Internet.

E’ la Cina il paese in cui si verificano maggiormente atti di repressione sui dissidenti del web, seguita da Siria, Iran e altri 34 paesi. Complessivamente, sono stati arrestati quest‘anno in Cina 38 reporters, molti in relazione alle Olimpiadi di Pechino.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below