24 dicembre 2008 / 13:08 / tra 9 anni

Giappone, internet café offre alloggio e indirizzo ai senzatetto

di Chika Osaka

<p>Una donna in un internet caf&eacute; di Tokyo.</p>

TOKYO (Reuters) - In un paese in cui avere un indirizzo è di vitale importanza per trovare lavoro, un internet café nei pressi di Tokyo offre a disoccupati e senzatetto molto più di un indirizzo virtuale di posta elettronica.

Oltre ai tradizionali servizi internet, ai fumetti e alle bevande, offerti dalla maggior parte degli internet café giapponesi, Cyber@Cafe fornisce un alloggio e un indirizzo ufficiale ai suoi residenti di lungo periodo.

Questo semplice servizio è fondamentale per i 50 residenti semi-permanenti del café, molti dei quali vi hanno trovato rifugio dopo essere stati improvvisamente licenziati a causa della recessione economica.

Takemitsu Karitachi, che lavora a tempo determinato in una fabbrica della zona, è uno dei tanti che hanno dormito al café ogni notte negli ultimi due mesi, dopo aver perso il suo lavoro in ufficio e il suo appartamento.

Karitachi, che era finito a vagare per le strade passando per mesi da un internet café a un altro, dice di sentirsi sollevato per aver trovato una sistemazione più stabile, anche se si tratta di uno stanzino poco più grande dell‘abitacolo posteriore di una macchina.

“Prima di venire qui, stavo seduto davanti ai supermercati e mangiavo palline di riso durante il giorno. Ma quando non avevo più soldi né lavoro, ero costretto a passare la notte sulle panchine di qualche parco”, ha detto a Reuters.

Come Karitachi, molti degli avventori degli internet café sono disoccupati o senzatetto in cerca di rifugio, ma a differenza dei residenti del Cyber @ Cafe, non possono chiamare “casa” questi luoghi.

“Prima le agenzie per le risorse umane facevano dei contratti di lavoro alle persone che come me non avevano un indirizzo ufficiale, ma adesso le cose sono cambiate”, ha detto Karitachi. “Adesso c’è bisogno di un indirizzo ufficiale e di un garante”.

Cyber @ Cafe fornisce forno a microonde e docce ai suoi clienti, che pagano circa 20 dollari al giorno, molto meno rispetto alle tariffe degli alberghi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below