23 novembre 2008 / 12:27 / tra 9 anni

Papa, dialogo religioso in senso stretto non è possibile

<p>Una foto particolare dell'arrivo di Papa Benedetto XVI all'udienza generale in Vaticano, ieri. REUTERS/Giampiero Sposito (VATICAN)</p>

ROMA (Reuters) - In una lettera all‘ex presidente del Senato Marcello Pera, Papa Benedetto XVI scrive il proprio sostegno alla tesi del senatore secondo cui un dialogo religioso “in senso stretto” non è possibile.

“Particolarmente significativa è per me anche la Sua analisi dei concetti di dialogo interreligioso e interculturale”, scrive il Pontefice nella lettera, pubblicata oggi dal Corriere della Sera, che apre il nuovo saggio del senatore-filosofo in libreria martedì col titolo “Perché dobbiamo dirci cristiani”.

“Ella spiega con grande chiarezza che un dialogo interreligioso nel senso stretto della parola non è possibile, mentre urge tanto più il dialogo interculturale che approfondisce le conseguenze culturali della decisione religiosa di fondo”.

“Mentre su quest‘ultima un vero dialogo non è possibile senza mettere fra parentesi la propria fede - prosegue il Papa - occorre affrontare nel confronto pubblico le conseguenze culturali delle decisioni religiose di fondo. Qui il dialogo e una mutua correzione e un arricchimento vicendevole sono possibili e necessari”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below