8 novembre 2008 / 14:27 / tra 9 anni

Un duro inverno attende i panda affamati in Cina

PECHINO (Reuters) - I panda giganti più malati e affamati potrebbero andare a cercare cibo ad altitudini più basse nelle aree disastrate dal sisma in Cina, mettendo in difficoltà un locale centro di ricerche.

Il devastante terremoto del 12 maggio in Sichuan ha causato smottamenti e distrutto parte dell‘ambiente in cui vivono i panda giganti, limitando la disponibilità di bambù, il loro alimento principale, in un‘are di 2,5-3,2 chilometri dove normalmente vivono.

“Sono scesi dalle montagne così presto quest‘anno ed è perché prevedono che la situazione sarà peggiore per i panda giganti quest‘inverno”, ha detto un vice direttore della riserva naturale di Wolong.

Generalmente quattro o cinque panda giganti malati scendono dalle montagne ogni anno nel periodo invernale da dicembre a marzo ma quest‘anno un paio di esemplari sono stati avvistati già a ottobre.

“Alcuni di loro possono portare batteri sconosciuti o avere malattie infettive, che possono mettere a rischio i panda in cattività”, ha detto Tang Chunxiang, veterinario del centro di ricerca e conservazione cinese per i panda giganti, dove uno di questi esemplari selvatici è stato accolto.

Il centro ha già recuperato 53 panda che vivevano nella riserva naturale di Wolong. Uno è morto e un altro è andato disperso dopo il terremoto. Ce ne sono ancora sette nella riserva di Wolong. “Dobbiamo prepararci a riceverne altri, malati e selvatici”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below