October 9, 2008 / 6:42 AM / 10 years ago

Zimbabwe, a luglio inflazione arriva a 231 milioni per cento

HARARE (Reuters) - L’inflazione annuale in Zimbabwe ha raggiunto a luglio un nuovo record balzando a quota 231 milioni per cento, rispetto ai “soli” 11,2 milioni di giugno. Lo indicano oggi i dati dell’Ufficio centrale di Statistica, che segnano un’ulteriore deterioramento della crisi economica nel Paese sudafricano.

Cittadini dello Zimbabwe in coda per ritirare il loro denaro presso la sede della banca Central African Building Society (CABS), a Harare. REUTERS/Philimon Bulawayo (ZIMBABWE)

Su base mensile, dicono i dati, i prezzi sono saliti a luglio del 2.600,2 per cento, rispetto all’839,3 per cento di giugno. A guidare l’aumento, i prezzi di pane e cereali.

Intanto, sul fronte politico, continuano a rilento i negoziati tra il partito Zanu-Pf del presidente Robert Mugabe - al potere dal 1980, cioè dall’indipendenza del Paese dalla Gran Bretagna - e l’opposizione dell’Mdc, da cui dovrebbe uscire un accordo di condivisione del potere.

Ieri lo Zanu-Pf ha accusato l’opposizione, guidata dall’ex candidato presidente Morgan Tsvangirai, di mettere in pericolo le trattative, mediate dall’ex presidente sudafricano Thabo Mbeki.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below