10 luglio 2008 / 06:23 / tra 9 anni

G8,alla fine Berlusconi distribuisce le pagelle a tutti i leader

<p>Il primo ministro italiano Silvio Berlusconi con il presidente degli Stati Uniti George W. Bush e il Cancelliere tedesco Angela Merkel al Windsor Hotel Toya Resort di Toyako, Giappone, l'8 luglio 2008. REUTERS/Jim Young (Giappone)</p>

TOYAKO, Giappone (Reuters) - Come gli era già capitato di fare in passati vertici, alla fine del G8 giapponese in forza dell’“esperienza” acquisita il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi distribuisce le pagelle ai vari leader, vecchi e nuovi, presenti all‘hotel Windsor di Tokayo.

“Devo dire che questo G8 è una formazione con la quale si lavora bene”, ha esordito Berlusconi nello stilare la sua particolare pagella nel corso della conferenza stampa al termine dei tre giorni di lavoro nell‘isola di Hokkaido e di ciascuno, compreso sé stesso, ha fornito la sua valutazione.

I “VECCHI” LEADER DEL G8

George W. Bush: “E’ giunto al suo ultimo G8, è un vero peccato: è un grande amico dell‘Italia, è una persona leale, è una persona con cui si ha un rapporto molto facile, sì è sì, no è no, gli impegni si mantengono. Oggi quindi abbiamo tutti formulato a lui gli auguri per il suo lavoro e i ringraziamenti per quanto di positivo ha dato”.

Angela Merkel: “Molto amica dell‘Italia. L‘ho trovata come sempre rigorosa, diligente, molto presente”.

Silvio Berlusconi: “Ho portato il mio contributo d‘esperienza, di concretezza e, come vedete, di capacità di sintesi e - certamente - la mia capacità di fare gruppo, di fare squadra”.

I “NUOVI” DEL GRUPPO

Dmitry Medvedev: “Io già lo conoscevo da tempo, poi era stato da me in Sardegna. Molto preciso, puntuale”.

Stephen Harper: “Acuto, originale, molto intelligente”.

Gordon Brown: “Competente, simpatico, dinamico”.

Nicolas Sarkozy: “Il più dinamico di tutti, naturalmente. Esplosivo, ma poi capace di schierarsi insieme agli altri”.

Yasuo Fukuda: “Esponente della seconda economia del mondo, di questo straordinario Paese che è il Giappone che anche voi avrete apprezzato per la sua cortesia, per la sua duttilità, per la precisione: anche i campi, le colture sono in ordine e pare impossibile che ci possa essere tanto ordine. C’è sempre nessuna imprecisione come abbiamo visto anche nello spettacolo che ci hanno offerto la prima sera che siamo stati qui”.

Tutti promossi, quindi. Vedremo se anche all‘esame del prossimo anno, in Italia, si avrà una simile inviadiabile percentuale di promossi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below