7 agosto 2008 / 14:15 / 9 anni fa

Warner vuole più soldi da videogiochi musicali

NEW YORK (Reuters) - Warner Music Group, la terza più grande società discografica al mondo, ha annunciato oggi che i produttori di videogiochi musicali come “Guitar Hero” o “Rock Band” dovranno pagare tariffe più alte per ottenere il permesso di utilizzare le sue canzoni.

<p>La conferenza di presentazione di "Guitar Hero: Aerosmith" REUTERS/Lucas Jackson</p>

L‘amministratore delegato di Warner Music, Edgar Bronfman, ha fatto un paragone tra la comparsa 25 anni fa della tv musicale MTV, o il lancio dell‘iPod di Apple cinque anni fa, e le società che oggi propongono videogiochi musicali come Activision Blizzard o Harmonix, una controllata di Viacom Inc.

“La somma che viene pagata all‘industria musicale, ancorché i loro giochi dipendono interamente da contenuti i cui diritti sono nostri, è assolutamente troppo bassa”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below