31 marzo 2008 / 06:54 / tra 10 anni

Cina, presidente Hu Jintao accende fiaccola olimpica

PECHINO (Reuters) - Il presidente cinese Hu Jintao ha ufficialmente lanciato la staffetta della fiaccola olimpica oggi da piazza Tienanmen in un‘atmosfera di festeggiamenti ufficiali ma anche tra strette misure di sicurezza.

<p>Il presidente Hu Jintao alza la fiaccola olimpica oggi nella piazza di Tienanmen. REUTERS/Claro Cortes IV (CHINA)</p>

“La sacra fiamma è il simbolo dello spirito olimpico”, ha detto il presidente del comitato olimpico cinese Liu Qi, parlando a una vasta platea di funzionari, ballerini, studenti e lavoratori riuniti nella piazza, decorata con bandiere rosse e un enorme ritratto del presidente Mao Tzetung.

“(La fiamma) incarna le speranze e i sogni, la luce e la gioia, e l‘amicizia e la pace”.

La prima tappa prevista nel viaggio della fiaccola, che durerà 130 giorni, è domani in Kazakistan.

Un‘altra fiaccola prenderà la via del Tibet, dove, a inizio maggio, raggiungerà la cima dell‘Everest.

La torcia tornerà poi a Pechino, dopo aver viaggiato tra tutte le province e le regioni cinesi, il 6 agosto, due giorni prima dell‘accensione del braciere nel corso della cerimonia di apertura delle Olimpiadi.

“Il sogno centenario del popolo cinese di ospitare le Olimpiadi si è trasformato in realtà”, ha detto Xi Jinping, considerato il successore di Hu Jintao alla guida del paese, e incaricato della preparazione dell‘evento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below