4 maggio 2008 / 08:17 / 10 anni fa

Ricordati i 36 giornalisti italiani uccisi nel dopoguerra

ROMA (Reuters) - Sono stati ricordati oggi nella capitale i 36 giornalisti italiani uccisi nel dopoguerra, in occasione della Giornata mondiale della libertà d‘informazione indetta da Onu e Unesco, si legge sul sito della Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi).

La cerimonia per la ‘Giornata della memoria dei giornalisti uccisi dalle mafie e dal terrorismo’ ha avuto luogo stamani nella sala della Protomoteca del Campidoglio, a Roma.

“La Giornata intende ricordare anche i giornalisti uccisi mentre lavoravano all‘estero o in Italia in circostanze diverse, gli operatori caduti mentre riprendevano immagini e i giornalisti feriti dal terrorismo o all‘estero”, dice l‘Fnsi.

E’ la prima volta che i giornalisti uccisi nel dopoguerra -- in tutto 36 -- sono ricordati in una unica cerimonia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below