2 gennaio 2008 / 11:37 / 10 anni fa

Regali Natale riciclati su eBay, soprattutto dalle donne - nota

ROMA (Reuters) - Nell‘era di Internet il riciclo dei regali di Natale si fa in Rete, dove in questi giorni vanno per la maggiore gli articoli di abbigliamento, dice eBay in una nota.

<p>Immagine d'archivio di regali sotto un albero di Natale. CVI</p>

“Ad appena una settimana dal Natale sono già oltre 4.000 i regali rimessi in vendita su eBay.it da coloro che li hanno ricevuti e non apprezzati”, dice la nota del sito di e-commerce, precisando che il fenomeno è in forte crescita: i regali riciclati sul web “lo scorso anno alla stessa data erano meno della metà”.

I regali che si riciclano di più sono quelli del settore abbigliamento, seguiti da telefonia e videogiochi.

“La pratica di riciclare i regali di Natale esiste da sempre”, spiega Andrea Rota, responsabile Sviluppo Piattaforma eBay Italia. “Negli ultimi anni però, grazie ad eBay, che consente di farlo velocemente, da casa e in modo ‘anonimo’, si è diffusa la consuetudine a vedere il vantaggio del rivendere l‘oggetto stesso, con buone opportunità di guadagno ma soprattutto con la possibilità di trovare nella vastità della Rete una persona a cui quel regalo piace davvero ed era tra i desiderati”.

A RIVENDERE REGALI IN RETE SONO SOPRATTUTTO LE DONNE

A riciclare sono innanzitutto le donne, che mettono in vendita su eBay soprattutto accessori e sciarpe. Secondo una ricerca commissionata a Doxa dal sito, “riciclano i regali sgraditi in percentuale quasi doppia rispetto agli uomini”.

Guardando all‘età di chi si affida a Internet per riciclare, “il primato nel dar nuova vita ai regali non graditi spetta alle persone che hanno superato i 36 anni (riciclano il 2,7% dei regali). A seguire sono i giovani tra i 15 e i 25 anni (riciclano l‘1,6% dei regali)”.

Geograficamente, il primato va al Centro (il 3,1%), seguito da Nord Ovest (il 2,2%) e Sud (il 2,1%).

Ma perché si ricicla? Secondo l‘indagine Doxa, il 54% degli intervistati non riteneva il regalo adatto, mentre per il 22% era inutile. “Colore improbabile (6%) e ripetitività (4%) chiudono l‘elenco dei motivi di riciclo”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below