21 agosto 2008 / 12:40 / tra 9 anni

Pechino, bronzo azzurro marcia donne, altri due sfiorati

PECHINO (Reuters) - La tredicesima giornata dei Giochi di Pechino si è aperta con l‘ottavo bronzo per l‘Italia, conquistato nell‘atletica, ancora una volta da una donna.

<p>Elisa Rigaudo posa con la medaglia di bronzo vinta nella marcia 20km alle Olimpiadi di Pechino. REUTERS/Mike Blake</p>

Elisa Rigaudo ha portato a casa la 21esima medaglia azzurra di questa Olimpiade nella marcia 20 km, vinta dalla russa Olga Kaniskina con un tempo di 1 ora 26‘31”, seguita dalla norvegese Kjersti Platzer con 1 ora 27‘07“. Rigaudo ha chiuso in 1 ora 27‘12”.

Sempre nell‘atletica, Antonietta Di Martino si è qualificata per la finale del salto in alto femminile, ottenendo il quarto posto nel gruppo eliminatorio con un salto di 1,93 metri.

DUE BRONZI SFIORATI

Podio sfumato per un soffio nel taekwondo 57 kg per Veronica Calabrese, che ha concluso al quinto posto.

L‘azzurra è stata battuta per 3-2 dall‘americana Diana Lopez nella finale per il bronzo.

Calabrese aveva vinto contro la colombiana Doris Patino 2-0 nel primo turno e contro la senegalese Bineta Diedhiou 3-0 nei quarti, mentre in semifinale era stata battuta 5-1 dalla campionessa olimpica, la sudcoreana Lim Sujeong.

Nel nuoto, Valerio Cleri non è salito sul podio per una manciata di secondi nella maratona 10 km in acque libere maschile.

Cleri è arrivato quarto con un tempo di 1 ora 52‘07“5, preceduto dal tedesco Thomas Lurz con 1 ora 51‘53”6, bronzo. A conquistare l‘oro l‘olandese Maarten van der Weijden, con 1 ora 51‘51“6, argento il britannico David Davies in 1 ora 51‘53”1.

NULLA DI FATTO PER TUFFI, VELA, KAYAK E PENTATHLON

Nulla di fatto nella semifinale di tuffi dalla piattaforma 10 metri. Tania Cagnotto si è classificata 13esima, ed è quindi riserva per la finale, mentre Valentina Marocchi si è piazzata al 15esimo posto.

E’ arrivata settima nella vela, classe Tornado, la coppia azzurra formata da Francesco Marcolini ed Edoardo Bianchi.

L‘oro è andato agli spagnoli Fernando Echavarri ed Anton Paz, seguiti dagli australiani Darren Bundock e Glenn Ashby (argento) e dagli argentini Santiago Lange e Carlos Espinola (bronzo).

Sempre nella vela, classe Star, Diego Negri e Luigi Viale hanno chiuso in decima posizione. L‘oro è stato conquistato dai britannici Iain Percy e Andrew Simpson, seguiti dall‘equipaggio brasiliano e da quello svedese.

Delusione anche nella canoa: nel K1 500 uomini Michele Zerial è arrivato quarto nella semifinale nonostante un‘ottima gara, e resta così fuori dal podio; non vanno in finale nel K2 500 donne neppure Stefania Cicali e Fabiana Sgroi, seste nella loro batteria.

Nel pentathlon maschile, nulla di fatto per Nicola Benedetti e Andrea Valentini, rispettivamente 14esimo e 17esimo nella classifica generale.

La competizione è stata vinta dal russo Andrey Moiseev, seguito dai lituani Edvinas Krungolcas (argento) e Andrejus Zadneprovskis (bronzo).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below