17 aprile 2009 / 15:07 / 9 anni fa

PUNTO 1- Aspettative inflazione muovono verso alto - Bini Smaghi

(aggiunge dettagli da slide Bini Smaghi)

BERLINO, 17 aprile (Reuters) - Le aspettative di inflazione stanno muovendosi verso l‘alto nell‘euro zona, in Gb e in Usa e non ci sono aspettative di deflazione. E’ scritto in alcune slide che Lorenzo Bini Smaghi ha presentato nel corso del convegno Aspen a Berlino.

“Le aspettative di inflazione stanno muovendo al rialzo (nella zona euro, Usa e Uk); non ci sono aspettative di deflazione”, ha detto nel testo della presentazione.

Secondo il consigliere della Bce inoltre, c’è uno spazio limitato di manovra per le politiche fiscali in molti paesi della zona euro per la mancanza di riforme strutturali e consolidamento dei bilanci che avrebbero dovuto essere fatte “nei momenti buoni”.

Nel corso del suo intervento in conferenza stampa, Bini Smaghi ha proprio citato la differenza in questo tra Italia e Germania. Quest‘ultima grazie “ai forti aggiustamenti” fatti nel 2006-2007, ora ha creato dei margini di manovra mentre “in Italia invece ora ci sono più difficoltà”.

Per questo “addizionali misure di stimolo potrebbero essere controproducenti se i consumatori aumentano i loro risparmi per mancanza di fiducia nella sostenibilità delle finanze pubbliche”.

Importante anche, per mantenere la fiducia nelle politiche fiscali, una applicazione rigorosa delle regole del patto di stabilità e crescita che pure, durante questa crisi, ha mostrato, secondo il banchiere, di avere la necessaria flessibilità.

“Crescenti squilibri di bilancio nella zona euro hanno portato a una percezione di mercato di aumentati rischi paese specifici e a un allargamento degli spread tra i bond dei paesi della zona euro rispetto alla Germania”, ha detto Bini Smaghi.

Per Bini Smaghi i differenziali sul mercato monetario sono in calo ma ancora elevati.

Secondo il consigliere della Bce misure di stimolo negli stati membri dovrebbero essere differenziate e su misura per riflettere le differenti posizioni in termini di sostenibilità di finanza pubblica e competitività.

Nelle slide Bini Smaghi scrive che la recessione sarà probabilmente più forte in alcuni dei nuovi stati membri dell‘Ue rispetto a come sarà nella zona euro.

Infine osserva anche che nel mezzo di una crisi globale, il ruolo dei tassi di cambio valutari come “assorbimento degli shock” è limitato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below