15 aprile 2011 / 14:00 / tra 7 anni

PUNTO 1- Ripresa produzione meno forte di concorrenti-Bankitalia

(aggiunge altri dettagli da documento)

ROMA, 15 aprile (Reuters) - L‘attività industriale in Italia sta crescendo a ritmi inferiori rispetto ai principali concorrenti europei e nel primo trimestre dell‘anno si registrerà un incremento appena positivo.

E’ quanto si legge nell‘ultimo Bollettino economico della Banca d‘Italia.

“Gli indicatori quantitativi prefigurano un incremento appena positivo della produzione industriale nella media del trimestre, dopo la flessione registrata alla fine del 2010”, dice il documento.

“La crescita del comparto manifatturiero è meno robusta rispetto a quella in atto nelle principali economie dell‘area: in confronto ai livelli raggiunti prima della crisi, in Italia la produzione industriale risultava in febbraio inferiore di circa il 18%, a fronte del 9 e 5% in Francia e Germania”.

Gli operatori professionali censiti in aprile da Consensus Economics si attendono una crescita del prodotto pari all‘1,0% nella media del 2011 e all‘1,1 nel 2012.

Negli ultimi documenti ufficiali il governo ha tagliato le sue precedenti previsioni di crescita economica all‘1,1% del Pil per l‘anno in corso e all‘1,3% per il prossimo.

Nelle valutazioni degli economisti di via Nazionale a inizio anno l‘attività del comparto delle costruzioni dovrebbe essersi espansa in modo modesto.

NESSUN IMPATTO SIGNIFICATIVO GIAPPONE SU SCAMBI

Il terremoto che ha colpito il Giappone non dovrebbe avere effetti diretti significativi sull‘interscambio di beni, secondo Bankitalia, considerando che i flussi commerciali con questo paese nel 2010 costituivano solo l‘1,2% del totale degli scambi con l‘estero dell‘Italia, con un saldo negativo di 0,2 miliardi.

Nel corso del 2011 l‘inflazione al consumo continuerebbe a risentire delle pressioni provenienti dai recenti rialzi delle quotazioni delle materie di base.

“Gli operatori professionali censiti in aprile da Consensus Economics prevedono un incremento dei prezzi al consumo in Italia pari al 2,4% nella media del 2011, in linea con le attese per il complesso dell‘area”, si legge nel Bollettino.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below