10 maggio 2010 / 05:44 / tra 8 anni

MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 10 maggio

* Grandi manovre nel week end su più fronti, per porre freno alle tensioni che hanno investito l‘euro a partire dalla crisi greca. Nella maratona terminata nella notte è stato raggiunto un accordo per un pacchetto di aiuti che potrebbe arrivare a 750 miliardi di euro. Dalla zona euro dovrebbero arrivare 500 miliardi di euro. I ministri delle finanze dell‘UE hanno detto che il Fondo Monetario Internazionale dovrebbe contribuire per 250 miliardi di euro, portando il totale a 750 miliardi di euro, circa 1.000 miliardi dollari. Il salvataggio è il più grande pacchetto da oltre due anni, cioè da quando i leader G20 hanno dato denaro all‘economia mondiale dopo il crollo di Lehman Brothers.

* La Federal Reserve ha riaperto linee di currency swap con diverse banche centrali.

* La Bce ha detto che acquisterà titoli di stato della zona euro per contribuire a sostenere i mercati, in quella che gli analisti hanno denominato “opzione nucleare”. La Bce ha detto inoltre che ricomincerà a prestare fondi in dollari e re-istituire alcune misure di emergenza per sostenre la liquidità. Per esempio ha detto che le prossime due operazioni a tre mesi saranno di nuovo a tasso fisso e ne verrà fatta un‘altra a sei mesi il 12 maggio.

* Il commissario UE Olli Rehn ha detto in una conferenza stampa il pacchetto di misure “dimostra che si impegna a difendere l‘euro a qualsiasi costo”.

* La moneta euro, che la scorsa settimana affondata ad un livello basso di 14 mesi contro il dollaro, è tornata sopra 1,29 dollari.

* In Cina il surplus commerciale ha raggiunto la cifra record di 1,7 miliardi di dollari in aprile, secondo i media di stato, contro attese degli economisti di un deficit di 2,5 milairdi di dollari.

* Il greggio passa di mano sulle piazze asiatiche poco sopra i 77 dollari al barile in netto rialzo sulla scia del pacchetto varato nella notte, visto come mezzo per far ripartire l‘economia e quindi anche la domanda di petrolio. Intorno alle 7,30 il contratto a giugno sul Nymex è in rialzo di 1,99 dollari a 77,10 dollari, la stessa sul Brent sale di 1,96 dollari a 80,23.

* A Basilea termina oggi la riunione dei banchieri centrali del G10. Venerdì i mercati hanno registrato un forte nervosismo, con il timore di un contagio della crisi greca che è riuscito ad offuscare anche il buon dato sull‘occupazione Usa.

* Istat pubblica oggi i dati della produzione industriale italiana in marzo, che dovrebbe aver segnato una ripresa a marzo dopo un mese di febbraio stabile, seguito a un gennaio in buona crescita. Le stime sono per un rialzo congiunturale dello 0,5% e un tendenziale a 7,4%,

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Istat, produzione industriale marzo (10,00) - attesa 0,5% m/m

FRANCIA

* Produzione industriale marzo (8,45) - attesa 0,3% m/m

* Ocse, leading indicator marzo (12,00)

GERMANIA

* Bilancia commerciale marzo (8,00) - attesa 14,0 miliardi

ZONA EURO

* Indice Sentix maggio (10,30) - attesa -1,0

ASTE DI TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro, annuncio quantitativi Btp a 5 anni 15/04/2015, cedola 3% e Btp a 15 anni 01/03/2025, cedola 5% in asta il 13/5

BANCHE CENTRALI

GRAN BRETAGNA

* A Londra termina riunione di politica monetaria banca centrale; annuncio tassi (13,00)

USA

* A Minneapolis intervento Kocherlakota, Fed (19,30).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below