January 31, 2018 / 11:04 AM / a year ago

PUNTO 1-Italia chiude 2017 con tasso disoccupazione in calo ma restano ombre

 (Aggiunge dettagli, contesto)
    di Elvira Pollina e Giuseppe Fonte
    MILANO/ROMA, 31 gennaio (Reuters) - Il tasso di
disoccupazione italiano è sceso al minimo da oltre cinque anni a
dicembre, a fronte però di un calo degli occupati e di un
aumento degli inattivi, mentre la creazione di nuovi posti
arriva soprattutto da contratti a termine.
    E' la fotografia del mercato del lavoro scattata dalla
rilevazione mensile a cura di Istat, a poco più di un mese dalle
elezioni politiche.
    A dicembre il tasso di disoccupazione è sceso a 10,8%,
minimo da agosto 2012, da 10,9% del mese precedente, portando la
media d'anno del 2017 a 11,2% contro 11,7% del 2016. 
    Questo è però avvenuto a fronte di un incremento
congiunturale degli inattivi dello 0,8% (+112.000) mentre gli
occupati si sono ridotti di 0,3% (-66.000).
    Su base annua, il saldo positivo degli occupati di 173.000
unità è legato interamente all'aumento dei dipendenti a termine
(+303.000) mentre sono calati quelli a tempo indeterminato
(-25.000) e crollati i lavoratori indipendenti (-105.000).
    "Terminati gli sgravi contributivi per le assunzioni stabili
introdotti nel 2015, le imprese hanno continuato ad assumere ma
con contratti a termine", osserva Paolo Mameli, economista di
Intesa Sanpaolo.
    "In prospettiva mi aspetto che questa divergenza si
ricomponga, soprattutto se, come sembra, si consoliderà la fase
economica positiva", prosegue Mameli, che ritiene nel 2018 la
media annua del tasso di disoccupazione scenderà a 10,6%, ad un
ritmo molto graduale. 
    Sembra destinato a permanere il divario con la zona euro,
dove a dicembre il tasso di disoccupazione è rimasto fermo
all'8,7%.  
    Quest'anno, nelle attese del governo che si non discostano
molto da quelle dei previsori privati e istituzionali, il Pil
italiano dovrebbe mettere a segno una crescita di 1,5%, in linea
all'espansione con cui -- in attesa dei dati dell'ultimo
trimestre -- dovrebbe essersi chiuso il 2017, l'anno migliore in
termini di incremento del Pil dal 2010.
    Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti riconosce come, al
di là delle oscillazioni mensili, il mercato del lavoro non sia
pienamente assestato, sottolineando però i miglioramenti di
lungo periodo e auspicando che quest'anno una spinta positiva
all'incremento dell'occupazione possa venire dagli incentivi
mirati per l'assunzione a tempo indeterminato per gli under 35.
    Del resto, tornando ai dati odierni, lo spaccato per classi
di età non appare particolarmente incoraggiante: se a dicembre
il tasso di disoccupazione tra i giovani di età compresa tra i
15 e i 24 anni è calato di due decimi a 32,2%, su base annua
l'aumento più consistente del tasso di occupazione (+1,1%) è
stato registrato nella fascia degli over 50, per effetto
dell'innalzamento dell'età pensionabile.
    
   
     
    
    Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana
con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono
digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama
Italia" 
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia 
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below