May 30, 2018 / 8:41 AM / 7 months ago

Italia, Ocse taglia leggermente stima Pil 2018 a 1,4%, 2019 a 1,1%

MILANO, 30 maggio (Reuters) - L’Ocse taglia lievemente le stime di crescita sull’Italia per quest’anno e il prossimo, mettendo in guardia dai possibili effetti negativi dell’incertezza legata alle politiche economiche.

Nel nuovo Economic Outlook l’organizzazione indica una crescita dell’1,4% per il 2018 e dell’1,1% per il 2019, contro 1,5% e 1,3% rispettivi stimati nell’Interim Economic outlook di marzo.

Tutte le stime fornite, sottolinea l’Ocse, non incorporano eventuali cambiamenti di politica economica che dovessero essere adottati dal nuovo governo che si insedierà nel Paese.

“Si prevede una decelerazione della crescita economica legata a una discesa della crescita degli investimenti, sebbene questa rimanga robusta, mentre un’occupazione e una dinamica salariale sottotono attenueranno la crescita dei consumi privati” si legge nel documento.

Investimenti delle imprese ed export restano comunque i driver principali della crescita, prosegue l’Ocse.

INFRASTRUTTURE E CONTRASTO POVERTÀ

Tra le priorità l’organizzazione indica la necessità di spostare il ‘mix’ della spesa pubblica verso le infrastrutture (per meglio connettere il sud al nord e al resto dell’Europa) e potenziare i programmi di contrasto della povertà, necessari per affrontare le ampie differenze sociali e regionali.

“Progressi nelle riforme strutturali e sociali e la continuazione di politiche fiscali prudenti sono la chiave per rafforzare la crescita e per affrontare le differenze sociali e regionali” si legge nel rapporto.

Inoltre secondo l’Ocse i recenti passi compiuti per incoraggiare la contrattazione salariale decentralizzata “mantengono la promessa” di un migliore allineamento dei salari alla produttività, incoraggiando le assunzioni in aree a bassa produttività e alta disoccupazione, mentre, si aggiunge, l’introduzione in via permanente degli sgravi contributivi per le assunzioni darebbe un’ulteriore spinta alla creazione di posti di lavoro.

CONTI PUBBLICI

Passando ai conti pubblici, l’Ocse prevede un rapporto deficit/Pil all’1,8% quest’anno e allo 0,9% il prossimo (da 1,6% e 1,1% stimati a marzo); per quello che riguarda il debito/Pil le nuove stime si attestano al 130% per il 2018 e al 127,9% per il 2019 (da 129,8% e 127,7%).

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below