19 settembre 2012 / 13:07 / tra 5 anni

Banche, impieghi agosto in frenata, crescita depositi e sofferenze- Abi

ROMA, 19 settembre (Reuters) - Le banche italiane hanno impiegato in agosto 1.936 miliardi di euro, con una leggera decrescita sull‘anno prima e in rallentamento su luglio e continuano a raccogliere meno di quanto prestano pur con qualche segnale di recupero nei depositi.

La raccolta dalla clientela ha superato ad agosto di poco 1,142 miliardi in aumento del 3,46% sull‘anno, mentre continua a decrescere la raccolta da obbligazioni a 579 miliardi in calo del 5,49% su anno.

Continuano a crescere, secondo i dati di luglio, le sofferenze, con quelle lorde sopra 114 miliardi e le nette a quasi 65 miliardi.

E’ questa la fotografia del credito in Italia secondo il rapporto Abi di settembre.

Abi stima inoltre che il portafoglio titoli complessivo delle banche italiane ammonti in agosto a 847,8 miliardi di euro.

RACCOLTA INTERNA IN RECUPERO, NEGATIVA DA ESTERO -17%

Il dato complessivo della raccolta di agosto (depositi e obbligazioni) è a 1.721 miliardi in lieve incremento nel raffronto con agosto 2011 (0,26%). Quella dei soli depositi da clientela, pari a 1.142 miliardi, sale del 3,46% su anno. Ancora in flessione (-5,49%) la raccolta obbligazionaria a 579,129 miliardi. In particolare, a luglio resta sempre negativo “il trend dei depositi dall‘estero”, pari a circa 366 miliardi di euro, il 16,9% in meno di un anno prima. Il tasso medio sui depositi a famiglie e imprese è stato in agosto dell‘1,25% stabile su luglio.

IMPIEGHI IN LIEVE FLESSIONE

Gli impieghi al settore privato e alla Pa ammontano ad agosto a 1.936,277 miliardi di euro, poco sotto i livelli di un anno prima (-0,23%). Quelli al solo settore famiglie e società non finanziarie sono pari a 1.484 miliardi, e calano sia in termini assoluti su luglio sia in percentuale rispetto a un anno prima (-1,93%).

SOFFERENZE LORDE OLTRE 114 MILIARDI IN LUGLIO

A luglio le sofferenze lorde sono salite di 1 miliardo su giugno attestandosi a 114,230 miliardi.

In rapporto agli impieghi le sofferenze risultano pari al 5,7% (5% un anno prima).

Le sofferenze nette sono risultate in luglio quasi 65 miliardi di euro, circa 1 miliardo in più rispetto al mese precedente.

Il rapporto sofferenze nette/impieghi totali si è collocato a luglio al 3,34% (era 3,31% a giugno e 2,77% nel luglio 2011).

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below