4 febbraio 2009 / 16:34 / tra 9 anni

PUNTO 1 - G7, da meeting Roma nessuna grossa iniziativa - fonte

(aggiunge altre dichiarazione di fonte, background)

BRUXELLES, 4 febbraio (Reuters) - Dall‘incontro del G7 finanziario di Roma della prossima settimana arriveranno messaggi rassicuranti ai mercati ma nessuna grossa iniziativa, secondo una fonte del Gruppo dei Sette.

La riunione del 13 e 14 febbraio servirà essenzialmente a scambiarsi informazioni e a capire l‘orientamento della nuova amministrazione Usa.

La fonte ritiene che si tratterà più che altro di una occasione “per conoscersi”.

“Non penso che questa sia la volta per il lancio di grosse iniziative”, ha aggiunto.

“Non nutro grandi speranze sui messaggi che verranno lanciati se non quelli di rassicurazione sulla situazione economica generale”, ha detto la fonte.

“Il messaggio sarà ‘siamo consapevoli che c’è un incendio e che altri potrebbero accendersi. Se ciò dovesse succedere siamo pronti ad agire’”.

Stati Uniti, Canada, Giappone, Germania, Francia, Italia e Gran Bretagna si esprimeranno contro il protezionismo e per il libero scambio “perché da varie parti del mondo stanno arrivando messaggi confliggenti”.

Il Senato Usa sta discutendo un pacchetto di stimolo all‘economia da 900 miliardi di dollari che consentirebbe, nelle opere da esso finanziate, l‘uso esclusivo di materiali prodotti negli Stati Uniti.

Questa indicazione di “comprare americano” (“Buy American”) del progetto di legge ha infastidito i partner commerciali degli Usa, Canada e Unione europea.

Da parte sua, l‘Ue ha offerto sussidi all‘esportazione ai prodotti caseari europei che a loro volta hanno infastidito altri paesi.

La fonte ha detto che probabilmente il G7 chiederà ancora una volta alla Cina di lasciare apprezzare lo yuan.

“Forse, la cosa più facile sulla quale concordare al G7 è la retorica sui cinesi, perché non siedono al tavolo”, ha detto la fonte.

Il nuovo segretario di Stato Usa Timothy Geithner ha detto il mese scorso che la Cina sta manipolando la sua valuta.

Fonti della zona euro non vedono cambiamenti nella parte del comunicato dedicato ai cambi: una eccessiva volatilità è una cosa negativa per la crescita, le valute devono riflettere i fondamentali dell‘economia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below