27 febbraio 2008 / 15:59 / 10 anni fa

PUNTO 1 - Usa, Fed agirà contro rallentamento economia- Bernanke

(aggiunge altre dichiarazioni Bernanke, background)

WASHINGTON, 27 febbraio (Reuters) - La Federal Reserve intraprenderà le mosse necessarie ad assicurare che le difficoltà dei mercati immobiliare e del credito non insidino ulteriormente un‘economia già lenta.

“E’ importante riconoscere che permangono rischi al ribasso per la crescita”, ha detto il presidente della Fed Ben Bernanke in un discorso preparato per un‘audizione alla Commisione Servizi Finanziari.

“La Fed valuterà attentamente le informazioni in arrivo in relazione alle prospettive economiche e agirà in maniera tempestiva come necessario per sostenere la crescita e fornire rassicurazioni adeguate contro i rischi al ribasso”.

La Fed ha abbassato i tassi di interesse al 3% dal 5,25% a partire da metà settembre e i mercati si aspettano un altro taglio di mezzo punto percentuale alla prossima riunione del 18 marzo.

I commenti suggeriscono che la banca centrale sia pronta a ridurre ulteriormente il costo del denaro, anche se Bernanke ha sottolineato che la Fed deve monitorare attentamente i prezzi.

Bernanke ha detto che la banca centrale si aspetta un‘inflazione più moderata sulla scia di un rallentamento dei costi energetici e delle materie prime, ma c’è comunque il rischio che le pressioni sui prezzi restino elevate.

Se il pubblico dovesse iniziare ad avere dubbi sulla volontà della Fed di prendere misure per tenere a bada l‘inflazione, questo potrebbe danneggiare la capacità della banca centrale di sostenere la crescita, ha aggiunto.

“Gli ulteriori aumenti dei prezzi dell‘energia e delle commodity nelle ultime settimane, insieme agli ultimi dati sui prezzi al consumo, suggeriscono rischi al rialzo leggermente maggiori per le proiezioni dell‘inflazione sia generale che core rispetto a quanto visto il mese scorso”, ha detto Bernanke.

“Un‘erosione della credibilità della Fed nel combattere l‘inflazione potrebbe complicare sostanzialmente il compito di sostenere la stabilità dei prezzi e potrebbe ridurre la flessibilità della Fed nel controbilanciare cali della crescita in futuro”, ha aggiunto Bernanke.

La Fed, ha proseguito, deve soppesare i rischi posti dall‘indebolimento della crescita, dalle difficoltà dei mercati finanziari e dalle pressioni sui prezzi quando determina lo scenario migliore per i tassi di interesse.

“Un compito critico per la Federal Reserve nel corso di quest‘anno sarà valutare se la nostra posizione di politica monetaria sia calibrata in modo appropriato per raggiungere gli obiettivi assegnati di massima occupazione e stabilità dei prezzi in un contesto di rischi al ribasso per la crescita, condizioni finanziarie difficili e pressioni inflazionistiche”, ha proseguito.

Il mercato immobiliare dovrebbe pesare sulla crescita nei prossimi trimestri, ha detto Bernanke. Gli alti prezzi energetici, le valutazioni più basse dei mercati immobiliari e azionari e il rallentamento nella creazione di posti di lavoro probabilmente freneranno le spese delle famiglie.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below