1 dicembre 2009 / 13:38 / tra 8 anni

PUNTO 2 - Tasso disoccupazione ottobre 8%, massimo dal 2004

(Aggiunge report Unicredit a paragrafo 7 e dettagli)

ROMA, 1 dicembre (Reuters) - Il tasso di disoccupazione italiano, espresso in termini destagionalizzati, si è attestato nel mese di ottobre all‘8%, segnando il livello più alto da novembre 2004.

Lo rende noto l‘Istat che da oggi inizia a diffondere i dati sulle forze di lavoro su base mensile oltre che trimestrale.

“Il mese di ottobre conferma l‘accelerazione del ritmo di crescita della disoccupazione e porta l‘area delle persone in cerca di occupazione sopra i 2 milioni”, spiega un funzionario Istat.

Bisogna risalire al marzo del 2004 per avere un numero di disoccupati superiore ai 2 milioni.

Il tasso di disoccupazione sale lievemente rispetto a settembre, quando si è attestato al 7,8%, e mostra un rialzo di un punto percentuale in confronto allo stesso mese dello scorso anno.

In termini assoluti le persone in cerca di occupazione salgono di 38.000 unità (2%) su settembre e di 236.000 unità (13,4%) su base annua. Il numero di occupati, pari a poco più di 23 milioni, resta stabile su mese e scende di 285.000 unità (1,2%) su anno.

DISOCCUPAZIONE FRA GIOVANI TRE VOLTE MEDIA TOTALE

Un commento ai dati Istat arriva da Unicredit, che vede il tasso di disoccupazione in ulteriore aumento nei prossimi mesi.

“Per il 2010 ci aspettiamo un tasso medio dell‘8,6%”, dice Unicredit, aggiungendo però che i dati odierni aumentano i rischi al rialzo di questa previsione.

La crisi finanziaria è esplosa nell‘agosto 2007. Negli ultimi 24 mesi il numero di disoccupati è balzato di 499.000 unità. Gli occupati sono scesi invece di 158.000 unità.

Qualche segnale positivo si comincia comunque a vedere. Il numero di occupati resta infatti stabile nei quattro mesi a partire da luglio 2009, grazie soprattutto al ricorso alla cassa integrazione. Si riduce anche il tasso di inattività.

Un aspetto negativo è che la crisi continua a colpire soprattutto i giovani. Tra i 15 e i 24 anni il tasso di disoccupazione si attesta sempre in ottobre al 26,9%, segnando una crescita di circa 3 punti percentuali da inizio anno.

A livello di zona euro il tasso di disoccupazione si colloca sempre in ottobre al 9,8%, stabile su settembre.

Nel confronto con la Zona euro, tuttavia, i sindacalisti italiani sottolineano in modo ricorrente come in Italia, tra gli occupati, risultino anche i lavoratori che usufruiscono della cassa integrazione, che restano a casa ricevendo uno stipendio ridotto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below