April 1, 2020 / 7:46 AM / 2 months ago

Coronavirus, bonus bancari devono essere "conservativi" - Eba

LONDRA, 31 marzo - Le banche dovrebbero essere “conservative” nell’elargire bonus per preservare il capitale e continuare a erogare credito in un’economia duramente colpita dall’epidemia di COVID-19.

Lo ha detto ieri l’organismo di vigilanza delle banche europee Eba.

L’authority non ha comunque richiesto alle banche di sospendere immediatamente tutti i bonus.

“Le retribuzioni e in particolare la percentuale variabile delle retribuzioni dovrebbero essere stabilite a un livello “conservativo”, ha dichiarato l’Eba in un comunicato.

“Perché le banche si adeguino ai rischi derivati dalla diffusione del COVID-19 una porzione più ampia della remunerazione variabile potrebbe essere differita per un periodo più lungo e una parte più grande potrebbe essere pagata in azioni”.

La dichiarazione si aggiunge alla richiesta che la Banca centrale europea ha fatto alle banche di interrompere il pagamento dei dividendi e i riacquisti di azioni fino ad almeno il prossimo ottobre, con una conseguente stima di risparmi di 30 miliardi.

Le banche della zona euro come UniCredit, ABN Amro e Commerzbank hanno già annunciato di aver sospeso il pagamento dei dividendi e gli analisti prevedono che la Bank of England assumerà una posizione molto simile a quella della Bce.

Secondo Eba le misure di sollievo concesse alle banche dovrebbero essere destinate a supportare finanziariamente famiglie e imprese e non ad aumentare dividendi o fare buyback per riempire le tasche degli azionisti.

L’Eba ha aggiunto che le banche dovrebbero rivolgersi ai propri regolatori nel caso in cui siano legalmente vincolate a distribuire dividendi o a effettuare riacquisti di azioni.

Per alleviare il peso dei vincoli regolatori e permettere alle banche di dedicarsi completamente ad aiutare finanziariamente i propri clienti in un momento così delicato, l’Eba ha concesso agli istituti un ulteriore mese per la presentazione dei dati di routine su capitale e rischio che di norma avviene tra marzo e maggio.

L’organismo di vigilanza sospenderà infine per quest’anno la propria valutazione annuale dell’impatto del capitale globale e dei requisiti in materia di liquidità sugli istituti di credito del blocco. (Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia michela.piersimoni@thomsonreuters.com)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below