30 luglio 2009 / 17:55 / tra 8 anni

PUNTO 1 - Mediaset, utile semestre cala a 181 mln da 350 mln

(Aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Mediaset (MS.MI) chiude il primo semestre con un utile netto di 180,8 milioni, in forte calo dai 350 milioni del primo semestre 2008 ma sopra le attese degli analisti.

Il contesto è quello di un mercato pubblicitario ancora debole (-12% in Italia nel semestre) e di ridotta visibilità che il gruppo auspica migliori nell‘ultima parte dell‘anno. Intanto Mediaset resta concentrata sui costi, tanto da migliorare l‘obiettivo di fine anno per i costi della Tv italiana.

I ricavi netti consolidati ammontano a 1.951,7 milioni di euro, in flessione del 13,2%, l‘Ebit è pari a 374,4 milioni da 644,9 milioni. La redditività operativa si attesta al 19,2% rispetto al 28,7% del primo semestre 2008.

Un sondaggio Reuters tra 10 analisti indicava ricavi attesi per 1,98 miliardi e un utile di 168 milioni.

PUBBLICITA’ ITALIA SEM1 -12%, IN LINEA LUGLIO E AGOSTO

In Italia i ricavi pubblicitari televisivi lordi hanno raggiunto i 1.369,5 milioni, con una flessione del 12%.

In linea l‘andamento dei mesi di luglio e agosto, che - ha detto nel corso della conferencene call il direttore generale di Publitalia, Luigi Colombo - mostrano “un andamento intorno al -12%, con luglio un po’ meglio e agosto un po’ peggio”. La speranza è che settembre “sia un po’ meglio”.

Secondo il manager, nei prossimi mesi dovrebbero aumentare gli investimenti pubblicitari del settore finanziario (che già nel semestre ha avuto “un trend meno negativo del resto del mercato, intorno al -8%”), dovrebbero confermare il trend positivo (oltre +5%) le tlc. “Non abbiamo una chiara visione per food e consumer, che in questa prima parte di anno sono stati più negativi delle nostre stime iniziali; speriamo che il trend migliori nella in seconda metà dell‘anno”, ha detto Colombo.

RICAVI E MARGINI IN CALO IN 2009, MIGLIORATO TARGET SU COSTI

Per il 2009, dice la nota, Mediaset conferma le previsioni di una riduzione dei ricavi pubblicitari con un probabile conseguentemente calo di risultato operativo e netto.

Tuttavia Mediaset ribadisce l‘attesa di una rallentamento della raccolta pubblicitaria in Italia “decisamente inferiore rispetto a quello registrato nei primi sei mesi”, anche per via del confronto con il momento più critico del 2008.

In una recente intervista l‘AD Giuliano Adreani ha auspicato per fine anno una raccolta in calo di una sola cifra.

Mediaset ha rivisto però il target sui costi televisivi in Italia. Il Cfo Marco Giordani, nel corso della conference call, ha indicato un obiettivo di calo dell‘1% contro un precedente obbiettivo di costi piatti.

Nel primo semestre i costi televisivi totali segnano una diminuzione del 2,8%, dopo il -1,8% registrato nel primo trimestre.

Per la Pay Tv nel semestre i ricavi hanno raggiunto i 148,3 milioni, con una crescita dell‘84,5%. Confermato in conference call l‘obbiettivo di break even nel 2010.

Per leggere il comunicato integrale della società i clienti Reuters possono cliccare su [nBIA302da].

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below