25 marzo 2009 / 14:21 / 8 anni fa

PUNTO 1 - Impregilo, utile 2008 sale a 167,6 mln, pagherà cedola

(aggiunge dettagli da presentazione e nota)

MILANO, 25 marzo (Reuters) - Impregilo IPGI.MI chiude il 2008 con un utile netto di 167,6 milioni da 40,8 milioni e torna a distribuire un dividendo con la proposta di 0,08 euro per le azioni ordinarie e di 0,78 per le risparmio.

Il risultato netto, si legge in una nota, ha beneficiato delle componenti costituite, da una parte, dalla plusvalenza derivante dalla cessione della collegata brasiliana Ponte de Pedra per 67,5 milioni e, dall‘altra, dal risultato delle attività operative cessate.

Per il 2009 il gruppo ritiene di poter mantenere profili di redditività operativi (in termini di Return on sales) positivi e in crescita rispetto al 2008, pur in presenza di volumi complessivi di produzione in lieve contrazione.

“La complessa situazione operativa e legale in cui il gruppo si è venuto a trovare nell‘ambito dei progetti Rsu Campania e dei lavori dell‘Alta Velocità/Capacità ferroviaria continuerà a costituire un elemento di criticità”, dice il comunicato. “Non si può escludere che in futuro vi siano accadimenti ad oggi non prevedibili tali da richiedere la modifica delle valutazioni sinora effettuate”.

In particolare allo stato attuale, in assenza di fatti o eventi straordinari, sono attesi a livello consolidato per l‘esercizio 2009 ricavi stabili nel settore Costruzione e in flessione nel settore Impianti e un risultato operativo stabile. E’ previsto inoltre un rapporto debito/patrimonio netto inferiore a 0,1.

Durante la presentazione dei risultati alla stampa i vertici del gruppo hanno sottolineato l‘atteggiamento prudente dell‘azienda, che non punta a “crescere a tutti i costi” ma vuole una crescita “sana e sostenibile”.

Finché lo scenario economico globale resta incerto, ha detto l‘AD Alberto Rubegni, “è inutile avventurarsi in programmi troppo ambiziosi”.

PER M&A NON E’ MOMENTO GIUSTO

Sul fronte M&A il momento non sembra giusto per operazioni. “Nell‘ultimo semestre abbiamo esaminato una serie di imprese in paesi emergenti, eravamo vicini ad accordi di partnership per poi magari entrare in queste società ma abbiamo rallentato”, ha detto Rubegni citando per esempio la Turchia. In questo momento, ha aggiunto, quella delle acquisizioni non sembra la scelta migliore, “vale più la pena acquisire direttamente lavori”.

I ricavi di Impregilo arrivano per il 35% dall‘Italia e per il 65% dall‘estero. Il gruppo è attualmente presente in 28 paesi e punta ad arrivare a circa 40 nel prossimo triennio.

Per quanto riguarda eventuali dismissioni, nel settore delle Concessioni il gruppo sta valutando, caso per caso, situazioni in cui può essere conveniente cedere le quote di partecipazione a valle delle realizzazioni dei progetti. Tuattavia, ha detto l‘AD, “oggi non sembra il momento migliore per fare cessioni, bisognerebbe attendere che il mercato migliori”.

Rubegni ha inoltre dichiarato che nel 2009 è previsto un incasso di circa 100-150 milioni di euro per i progetti campani. Il termovalorizzatore di Acerra, la cui gestione è passata ad A2A (A2.MI), entrerà in esercizio definitivo dall‘1 giugno, ha ricordato l‘AD.

Tornando al 2008 - definito dai vertici di Impregilo un anno “di chiaroscuri” caratterizzato da sequestri e “condanne immeritate” ma anche dall‘aggiudicazione di gare e appalti - i ricavi totali ammontano complessivamente a 2.957,6 milioni (+12,6%), l‘Ebit è in crescita a 189,1 milioni da 131,2 milioni.

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2008 è positiva per 42,6 milioni rispetto a un indebitamento netto pari a 53,7 milioni al 31 dicembre 2007.

Il portafoglio complessivo ammonta a 16,3 miliardi.

La cedola di 0,78 euro per le azionei di risparmio corrisponde a 0,26 euro per il 2008 e allo stesso importo per ciascuno dei due precedenti esercizi.

Intorno alle 14,50 il titolo sale di oltre il 3% a 1,983 euro, le azioni risparmio IPGIr.MI guadagnano il 2,5% a 6 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below