24 febbraio 2009 / 16:21 / 9 anni fa

UniCredit, non ci sono cattivi rapporti tra azionisti - Rampl

MILANO, 24 febbraio (Reuters) - Non ci sono cattivi rapporti tra gli azionisti di UniCredit (CRDI.MI).

Lo assicura il presidente Dieter Rampl interpellato all‘uscita della sede di Mediobanca (MDBI.MI) dove stamane ha partecipato al cda sulla semestrale.

“Non ci sono cattivi rapporti tra gli azionisti”, ha detto Rampl limitandosi poi a invitare i cronisti a chiedere ai diretti interessati sulla questione.

“Dovete chiederlo a loro”, ha infatti risposto a chi gli chiedeva sui rapporti tra Fondazione Cariverona e gli altri principali soci di Piazza Cordusio.

Fondazione Cariverona, primo azionista con il 6%, si era impegnata a sottoscrivere fino a 500 milioni di ‘cashes’, titoli convertibili emessi nell‘ambito della ricapitalizzazione da 3 miliardi di euro, ma ha poi annunciato a inizio febbraio un sorprendente passo indietro.

La quota non coperta dall‘ente veneto è stata sottoscritta per intero da altri soggetti tra cui i soci Fondazione Crt, Fondazione Cassa Risparmio Modena (Carimonte) e Central Bank of Lybia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below