4 aprile 2011 / 16:33 / tra 6 anni

SINTESI-Zucchi,aumento capitale settembre-ottobre,migliora rosso

(Accorpa pezzi precedenti e aggiunge dettagli aumento e risultati primi mesi 2011)

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Zucchi (ZUCI.MI) ha archiviato il 2010 con un rosso più che dimezzato e ora si prepara all‘aumento di capitale, previsto per settembre-ottobre 2011.

La società ha chiuso l‘anno con un risultato di esercizio negativo per 20,2 milioni di euro, in miglioramento rispetto al rosso di 48,8 milioni del 2009, su un fatturato in crescita del 9,5% a 188,2 milioni.

“Il 2010 rappresenta un anno di svolta fondamentale per il gruppo che è ritornato in utile, se si escludono i residui effetti di Descamps, ceduta per l‘80% nel mese di febbraio del 2011”, ha dichiarato nella nota sui conti l‘AD Matteo Zucchi.

Il risultato dell‘esercizio derivante dalle attività in funzionamento è stato positivo per 0,6 milioni da una perdita di 25,6 milioni registrata nel 2009.

L‘Ebitda è positivo per 13,9 milioni rispetto a un valore negativo per 5,7 milioni, l‘utile operativo si attesta a 5,4 milioni da una perdita di 17,3 milioni.

L‘indebitamento finanziario netto del gruppo è pari a 121,7 milioni, con un aumento di 2,9 milioni rispetto al 31 dicembre 2009.

Per l‘anno in corso “il buon livello del portafoglio ordini e l‘attenta politica di approvvigionamento di semilavorati e prodotti finiti” consentono di prevedere “una moderata crescita dei fatturati rispetto al 2010 e un buon andamento economico e finanziario del gruppo”, si legge nel comunicato.

Una nota positiva è stata già vista nei primi mesi del 2011.

“Nei primi due mesi di quest‘anno il fatturato ha registrato una crescita del 15% rispetto allo stesso periodo dell‘anno scorso” ha spiegato l‘amministratore delegato, sottolineando che nello stesso periodo il portafoglio ordini è cresciuto del 15% per Zucchi e del 30% per Mascioni, nonostante l‘aumento dei prezzi di listino di circa il 17% in due tempi.

In merito alla ricapitalizzazione, l‘AD ha detto che crede sarà effettuato a settembre-ottobre.

“A oggi, la data più prevedibile per eseguire l‘aumento di capitale è settembre-ottobre”, ha affermato a margine della presentazione dei risultati 2010, precisando che, prima, è necessario trovare un accordo con le banche creditrici. “Entro l‘estate credo sarà possibile presentare il 182-bis”, ha spiegato.

Il manager, inoltre, ha rivelato di essere in trattative per l‘ingresso nel capitale di un nuovo socio, che ha precisato essere “italiano” e “non famoso”.

“Sto parlando con un possibile altro socio che ha dichiarato la disponibilità ad affiancarsi alla famiglia in termini di sottoscrizione dell‘aumento di capitale... entro il mese di aprile renderemo espliciti tutti gli accordi”, ha detto.

L‘AD ha aggiunto che crede di “riuscire entro qualche settimana a trovare il modo di garantire direttamente o indirettamente la quota parte della maggioranza” nell‘aumento.

Matteo Zucchi ha spiegato che ci sono stati contatti informali con l‘azionista Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della Nazionale di calcio, che aveva bocciato l‘aumento di capitale, e si è detto ottimista sul raggiungimento di un compromesso.

“Dai colloqui avuti mi sembra che ci sia interesse da parte sua [Buffon] ad accompagnare la società” ha ribadito l‘AD. Il manager ha infine precisato che l‘aumento “era ed è di 15 milioni di euro” e che gli altri 15 milioni in warrant “non sono oggi previsti in termini di supporto finanziario... costituiscono un serbatoio”.

Elisa Anzolin

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below