28 marzo 2011 / 14:17 / 7 anni fa

PUNTO 1 - Exor, utile 2010 a 136,7 mln, dividendo 0,31 euro

(aggiunge altri dettagli da nota, unisce take)

MILANO, 28 marzo (Reuters) - Exor (EXOR.MI) ha chiuso il 2010 con un utile consolidato di 136,7 milioni, da una perdita di 388,9 milioni del 2009 grazie al miglioramento dei risultati delle partecipate e all‘aumento risultato finanziario netto.

La holding del gruppo Agnelli proporrà all‘assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,31 euro a ciascuna azione ordinaria, 0,3617 euro alle privilegiate, e 0,3881 euro alle risparmio, dice una nota.

A fine dicembre 2010 il Net Asset Value (Nav) è pari a 8,364 miliardi di euro, in crescita da 5,737 milioni al 31 dicembre 2009.

Per il 2011 l‘esercizio “dovrebbe evidenziare un ulteriore miglioramento dei risultati economici che, peraltro, dipenderà in larga misura dall‘andamento delle principali società partecipate”, dice la holding.

Migliora anche il risultato netto della capogruppo Exor spa, che sale a 151,8 milioni rispetto all‘utile di 88,8 milioni dell‘anno precedente.

Il board ha poi deliberato l‘emissione di uno o più prestiti obbligazionari in euro o altra divisa fino a un miliardo di euro, entro quest‘anno allo scopo di allungare il debito e acquisire nuove disponibilità finanziarie. [ID:nDE72R1HP].

La posizione finanziaria netta del sistema holding è positiva per 42,6 milioni, dai 51,6 milioni nel 2009.

“La variazione deriva principalmente dai dividendi da partecipate (+ 121,5 milioni), dai rimborsi di riserve da partecipate (+ 36 milioni), dalla cessione dello 0,25% di Intesa Sanpaolo (ISP.MI) (+ 90 milioni), dall‘acquisto di azioni proprie EXOR (- 57,8 milioni), dagli investimenti effettuati nel periodo (- 125,5 milioni) e dai dividendi distribuiti da Exor spa (- 67,9 milioni)”, spiega la nota.

Nel dettaglio delle controllate, la nota rileva anche il miglioramento di Cushman & Wakefield che torna in utile per 13,1 milioni di dollari Usa, dalla perdita di 127 milioni di dollari del 2009.

All‘assemblea degli azionisti, 28 o 29 aprile, verrà anche proposto il rinnovo della delega all‘acquisto di azioni proprie per un massimo di 450 milioni.

Exor ha poi innalzato al 17,41% la partecipazione complessiva nel gruppo Banca Leonardo guidato da Gerardo Braggiotti con acuisti di titoli per complessivi 48 milioni. [ID:nLDE72R1IU].

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA28cc2]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below