15 febbraio 2011 / 15:33 / tra 7 anni

PUNTO 1 - Milleproroghe, payout Parmalat non oltre 50% utili

(riscrive aggiungendo background, andamento titolo)

ROMA/MILANO, 15 febbraio (Reuters) - Parmalat (PLT.MI) potrà distribuire non più del 50% degli utili agli azionisti, secondo un maxiemendamento del governo al decreto legge Milleproroghe che viene letto come una conferma della linea dell‘AD Enrico Bondi e che gela le speranze di extra dividendi.

Il titolo a Piazza Affari ha reagito con forte ribasso accompagnato da volumi vivaci per il raffreddarsi delle speculazioni su un payout più corposo di quello finora pagato dalla società, pur non contemplato dallo statuto.

Il maxiemendamento, che verrà approvato questa sera dal Senato, sancisce infatti l‘inefficacia di modifiche alla clausola concordataria del gruppo di Collecchio sui limiti al payout.

Il decreto passerà poi all‘esame della Camera per essere approvato senza modifiche la prossima settimana.

Lo statuto di Parmalat prevede che la società sia “obbligata a distribuire agli azionisti una percentuale pari al 50% degli utili distribuibili risultati da ognuno dei primi 15 bilanci annuali di esercizio”, ossia fino al 2020.

Quanto all‘emendamento, la relazione tecnica spiega che la norma serve a garantire “una equa distribuzione degli utili a garanzia dell‘interesse dei soci e dell‘interesse dell‘impresa all‘autofinanziamento e più in generale alla stabilità dell‘impresa”.

L‘inefficacia vale anche se la modifica interviene nello statuto della società. L‘emendamento aggiunge che le modificazioni al concordato non sono efficaci “prima della decorrenza dei termini previsti nel concordato”.

Nel 2008 alcuni azionisti di Parmalat avevano richiesto la convocazione di un‘assemblea straordinaria chiedendo l‘innalzamento della soglia del 50% dell‘utile distribuibile con conseguente modifica dello statuto, ma per mancanza del quorum costitutivo la riunione dei soci non si potè tenere.

Nella relazione all‘assemblea il Cda guidato da Bondi sottolineava - citando anche un “autorevole parere esterno” - l‘esistenza di impedimenti giuridici a una delibera in tal senso. L‘articolo 26 dello statuto, si precisava, “trae origine dall‘obbligo espresso nella proposta di concordato sottoscritta dall‘assuntore Parmalat spa con conseguente suo obbligo a non modificarne il contenuto”.

EMENDAMENTO RIBADISCE TESI BONDI SU CEDOLE

L‘emendamento, osserva un analista, sembra sostenere l‘operato degli ultimi anni di Bondi, che ha finora difeso la ricca cassa di circa 1,4 miliardi di euro messa insieme grazie alle transazioni con le banche dopo il fallimento del 2003.

Bondi ha più volte detto che il gruppo studia opportunità di acquisizioni per impiegare l‘ampia liquidità a disposizione, ma non a ogni costo.

“La notizia spiazza a livello speculativo e riduce l‘appeal del titolo”, spiega l‘analista a proposito del movimento delle azioni.

Nell‘ultimo periodo, ricorda, il titolo è salito molto sulle speculazioni legate a un nuovo management dopo che un gruppo di fondi azionisti ha deciso di presentare una lista di candidati per il rinnovo del Cda che possano accompagnare il gruppo alimentare in una nuova fase di sviluppo.

Alcuni analisti in quell‘occasione avevano legato un eventuale cambiamento dell‘attuale squadra di management a un utilizzo della cassa più favorevole agli azionisti, tramite dividendi straordinari o buyback.

Intorno alle 16,15 a Piazza Affari il titolo - che nell‘ultimo mese è salito del 6% e da inizio anno di oltre il 9% - cede il 2,57% a 2,18 euro, dopo essere arrivato a perdere fino al 4,5%. Intensi i volumi, già oltre tre volte la media di un‘intera seduta.

Giuseppe Fonte e Sabina Suzzi

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below