3 dicembre 2010 / 14:47 / tra 7 anni

PUNTO 1 - Coin, in primi 9 mesi crescono Ebitda e vendite

(riscrive con dettagli da nota)

MILANO, 3 dicembre (Reuters) - Il gruppo Coin GCN.MI chiude i primi nove mesi al 31 ottobre con risultati in crescita, grazie anche all‘apporto delle vendite dei negozi Upim, la catena acquistata a fine gennaio di quest‘anno.

Il margine operativo lordo, si legge in una nota, si attesta a 117,5 milioni, con un incremento del 35,7% rispetto agli 86,6 milioni di ottobre 2009. Confrontato con il dato pro-forma di 72,3 milioni (che include i risultati di Upim per il periodo febbraio-ottobre 2009) l‘Ebitda evidenzierebbe una crescita del 62,4%.

Escludendo invece il perimetro Upim, il dato dei primi nove mesi di quest‘anno è pari a 109,2 milioni (+26,1%).

A livello di utile ante imposte, i 34 milioni di euro di quest‘anno si confrontano con i 29,5 milioni dei primi nove mesi 2009 e con un dato pro-forma negativo per 15,9 milioni. Senza Upim il risultato ante imposte è positivo per 44,9 milioni.

Le vendite nette sotto insegna si attestano a 1.247 milioni da 898,2 milioni, con una crescita del 38,8% da attribuirsi per il 33,4% al consolidamento del perimetro Upim (comprese le vendite generate nei negozi convertiti) e per il 5,4% alla crescita di Oviesse e Coin.

A livello pro-forma l‘incremento è del 5,3% da 1.184,1 milioni mentre senza Upim le vendite nette sono pari a 946,3 milioni (+5,4%).

Guardando soltanto al terzo trimestre (agosto-ottobre 2010) le vendite sotto insegna salgono del 36,3% a 444,1 milioni (+4,5% escludendo Upim), con un Mol pari a 56,4 milioni, in rialzo del 48%.

Procede il piano di conversione della rete di negozi Upim: a oggi sono stati convertiti 54 negozi con insegna OVS industry, 9 negozi Coin e 4 Upim Pop, dice la nota, aggiungendo che i risultati di vendita sono superiori alle previsioni.

Iniziato anche il piano di conversione dei negozi ex Magnolia: a oggi sono stati riaperti 3 negozi diretti e 3 negozi in affiliazione ad insegna OVS kids.

A Piazza Affari intorno alle 15,30 il titolo cede il 3% circa a 7,375 euro.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA035a0]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below