10 novembre 2010 / 16:17 / tra 7 anni

PUNTO 2 - Prysmian, Ebitda adj trim3 100 mln, stringe guidance

(accorpa pezzi, aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 10 novembre (Reuters) - Prysmian (PRY.MI) ha chiuso il terzo trimestre con un Ebitda adjusted in crescita dell‘1%, a 100 milioni.

Il gruppo attivo nei cavi, si legge in un comunicato, ha ristretto la guidance sull‘Ebitda adjusted a fine 2010, portandola a 375 milioni circa, dal range 350-400 milioni fornito sino al trimestre precedente. Il 2009 era andato in archivio con un Ebitda adjusted di 403 milioni.

Nel corso della conference call di presentazione dei risultati, l‘amministratore delegato, Valerio Battista, si è detto fiducioso che, “senza fatti straordinari nel quarto trimestre, l‘Ebitda adjusted a fine sarà nella parte alta del range”. Il manager ha parlato commentando una slide che indicava la forchetta 350-400 milioni. Successivamente, tornando sul tema, Battista ha puntualizzato: “Siamo fiduciosi che il quarto trimestre sia in linea per centrare la guidance sul 2010”.

I ricavi si sono attestati a 1,182 miliardi, con una crescita organica del 7,6%. L‘utile netto è stato di 51 milioni, in calo rispetto ai 70 milioni di un anno prima.

Secondo i dati di consensus raccolti da Prysmian, gli analisti stimavano, per il terzo trimestre, ricavi pari a 1,090 miliardi, un Ebitda adjusted di 98 milioni e un utile netto di 44 milioni.

SEGNALI DI INVERSIONE DI TREND

La società guidata da Battista sottolinea l‘inversione di tendenza che si è registrata nel periodo luglio-settembre, primo trimestre dell‘anno veramente positivo. “L‘avvio di una fase di ripresa della domanda si evidenzia anche nei business più ciclici - recita la nota - come quelli dei cavi per le costruzioni e per la distribuzione di energia, che maggiormente avevano risentito della crisi”.

Il portafoglio ordini è pari a 1,4 miliardi circa, mentre l‘indebitamento, al 30 settembre scorso, era pari a 654 milioni, in aumento rispetto ai 629 milioni di un anno prima.

Per quanto riguarda i primi nove mesi dell‘anno, il fatturato ha registrato una crescita organica dello 0,3%, a 3,330 miliardi di euro, mentre l‘Ebitda adjusted è in calo del 3,8%, a 281 milioni. Il risultato operativo adjusted si è attestato a 224 milioni, in ribasso del 7,7%, mentre l‘utile netto adjusted è sceso del 17,2%, a 120 milioni.

A livello di ricavi, Battista ha confermato quanto detto alla fine del primo semestre, ovvero che la previsione è chiudere il 2010 “con una crescita contenuta, nell‘ordine del 2-3%”.

“I risultati degli ultimi mesi”, ha commentato Battista, “confermano la validità della strategia del gruppo nell‘affrontare l‘attuale scenario competitivo, che, pur permanendo molto sfidante, torna a presentare opportunità di crescita che cerchiamo di cogliere prontamente”.

A proposito di opportunità di crescita, nel corso della conference call, Battista, interpellato sulla politica di M&A, ha spiegato che “la nostra strategia non è cambiata. Ora siamo focalizzati sullo sviluppo delle acquisizioni in Russia, Medio Oriente e India”.

Rispondendo ad una domanda sulle trattative per un‘integrazione fra la francese Nexans (NEXS.PA) e l‘olandese Draka DRAK.AS, l‘AD ha detto che, “se si verificherà, migliorerà le condizioni di mercato per tutti”. Battista ha aggiunto, a proposito dei negoziati fra i due concorrenti, “aspettiamo e vedremo, stiamo alla finestra”.

Battista ha aggiunto, interpellato sulla possibilità che Nexans sia costretta a vendere alcuni asset dopo l‘acquisizione di Draka, che “probabilmente Nexans avrà problemi antitrust in alcuni specifici segmenti di business, ma la nostra regola in questo gioco è aspettare e vedere”.

Più volte, nel corso della conference call, l‘AD ha sottolineato i segnali positivi nei trend di mercato, indicando sostanzialmente un solo fattore negativo: la crescita dei prezzi delle materie prime, in particolare del rame.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA1086f]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below