4 novembre 2010 / 08:46 / tra 7 anni

PUNTO 2 - Pirelli investirà 1,9 mld al 2015, focus su Premium

(cambia titolo, aggiunge altri dettagli da presentazione piano, incorpora altri pezzi)

di Andrea Mandalà

MILANO, 4 novembre (Reuters) - Conclusa la trasformazione in una “pure tyre company”, Pirelli PECI.MI annuncia il nuovo piano industriale che vede al 2013 ricavi per oltre 6 miliardi di euro, con un Cagr dal 2011 dell‘8%, un margine Ebit a fine triennio in aumento tra il 10,5% e l‘11,5%. Gli investimenti nel quinquennio al 2015 saranno pari a 1,9 miliardi di euro. Il gruppo si focalizzerà ulteriormente sui pneumatici Premium, segmento in crescita e a maggiore redditività, e sulle economie in rapido sviluppo.

Sono queste le principali linee del nuovo piano industriale 2011-2013, con visione al 2015, presentato da Pirelli che, grazie alla forte dinamica del mercato tyre, ha rivisto per tre volte al rialzo i propri obiettivi nel corso del 2010 raggiungendo con un anno di anticipo i target 2011 previsti dal precedente piano.

Pirelli “sarà un azienda che, con più di 140 anni di storia, avrà il 60% della produzione realizzato in siti e impianti con età inferiore a dieci anni”, ha detto il presidente e AD Marco Tronchetti Provera nel corso della presentazione delle nuove previsioni.

Il piano prevede ricavi Tyre a oltre 5,1 miliardi nel 2011 e a oltre 6 miliardi nel 2013 da oltre 4,7 miliardi alla fine di quest‘anno, con un margine sul risultato operativo stimato a fine triennio tra 11 e 12%.

Nei prossimi cinque anni è prevista una crescita del settore a livello globale del 7% medio annuo.

Il titolo a Piazza Affari alle 16,50 guadagna poco meno dell‘1% a 6,16 euro, in un mercato che sale dell‘1,5%.

MIGLIORAMENTO POSIZIONE FINANZIARIA

Il rapporto debito netto/Ebitda è atteso in calo a circa 1 a fine 2013 e a 0,6 nel 2015 da 1,1 previsto nel 2010.

Questo a fronte di un debito che dovrebbe essere inferiore a 700 milioni a fine 2010, sotto 1 miliardo di euro nel 2013, e di poco maggiore a 700 milioni nel 2015.

Le previsioni sul debito includono dividendi con una politica di payout attesa nel triennio al 40% dell‘utile netto consolidato.

RIBILANCIAMENTO PRESENZA PRODUTTIVA, MESSICO AL VIA

Pirelli ribilancierà la distribuzione geografica degli impianti produttivi tra mercati maturi ed economie a rapido sviluppo che, insieme all‘America Latina, peseranno per due terzi alla redditività del gruppo.

Nei dettagli, il contributo alla redditività delle economie a rapido sviluppo, oggi inferiore del 20%, è previsto in crescita a oltre il 30% nel 2015, quello dall‘America Latina sarà di oltre il 30% da oltre il 50% oggi, mentre nei mercati maturi il peso della redditività, oggi sotto il 30%, sarà oltre il 30% nel 2015.

Tra gli investimenti, è in programma la costruzione del primo impianto in Messico per servire l‘area di libero scambio ‘Nafta’ con un una spesa iniziale di 210 milioni di dollari e un break-even previsto entro due anni, ha illustrato Tronchetti.

In Russia, dove Pirelli ha una jv con Russian Technology, è confermato il progetto di avviare la produzione di pneumatici e entro fine anno sarà scelta la modalità di investimento, o con la costruzione di un nuovo impianto o con l‘acquisizione di uno già esistente.

Il gruppo è comunque pronto a rallentare il piano investimenti o a ridimensionare la produzione nell‘eventualità di rallentamenti nel mercato.

PIANO NON PREVEDE M&A NE’ AUMENTI DI CAPITALE

Pirelli specifica che il piano non prevede “grandi operazioni di M&A” nè “aumenti di capitale”.

“Anche nel worst case scenario non vedo alcun motivo per chiedere capitali al mercato”, ha ribadito Tronchetti Provera.

“Nel 2015, visto con gli occhi dell‘analista, semmai avremo un‘eccedenza di capitale”, ha aggiunto,

Sotto il profilo industriale non sono programmati investimenti in capacità nel mercato indiano.

Sono invece possibili acquisizioni di impianti se si presenteranno opportunità interessanti:

“Non abbiamo target di società ma piuttosto di stabilimenti, se ci saranno possibilità di acquisizioni sul mercato”, ha detto Tronchetti.

“Siamo pronti ad accelerare il processo acquistando qualcosa di buono e efficiente”, ha aggiunto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below