26 agosto 2010 / 13:24 / 7 anni fa

PUNTO 2- Iren, utile netto sem1 a 105 mln euro, ricavi a 1,7 mld

(aggiunge previsioni direttore generale su indebitamento nell‘ottavo paragrafo e dichiarazioni presidente su piano industriale nel nono; aggiorna quotazione titolo)

MILANO, 26 agosto (Reuters) - Iren (IREE.MI) ha chiuso il primo semestre dell‘anno con un utile netto a 105 milioni di euro, comunica una nota del gruppo nato il 1° luglio 2010 dalla fusione di Iride ed Enìa nella quale si specifica che i dati sono pro-forma.

L‘utile netto è salito del 73% dai 61 milioni del periodo gennaio-giugno, influenzato dal costo straordinario legato al recupero degli aiuti di stato, la cosiddetta “moratoria fiscale”. Al netto di di tale componente il risultato registrerebbe comunque una crescita del 7%, si legge nella nota.

I ricavi sono scesi a 1,718 miliardi di euro, in calo del 3% da 1,765 milioni dello stesso periodo di riferimento 2009.

L‘Ebitda, o margine operativo lordo, è invece cresciuto del 5% a 324 milioni di euro da 310 milioni, con un‘incidenza del 19% sui ricavi.

L‘Ebit si è contratto del 3% a 186 milioni da 193, principalmente per effetto di maggiori accantonamenti e ammortamenti, spiega la nota.

L‘indebitamento finanziario netto è salito a 2,3 miliardi di euro da 2,056 miliardi del 31 dicembre 2009.

Il gruppo prevede, grazie al suo posizionamento di mercato e i risultati ottenuti, “il miglioramento dei livelli di marginalità e di confermare la prosecuzione di un‘attenta gestione finanziaria”, si legge nella nota.

Secondo il direttore generale Andrea Viero la società vede un indebitamento netto, a fine 2010, in calo rispetto ai 2,3 miliardi di euro registrati alla fine dello scorso mese di giugno.

Il presidente Roberto Bazzano ha inoltre spiegato che la società presenterà il nuovo piano industriale prima della fine dell‘anno. In precedenza la data di presentazione del piano era stata indicata in gennaio 2011.

IRIDE, ENIA: PER ENTRMBI GIU’ RICAVI, SU EBITDA

Per quanto riguarda i risultati dei singoli gruppi, Iride ha visto i ricavi passare a 1,186 miliardi di euro da 1,226 miliardi (-3,2%), l‘Ebitda a 216,7 milioni da 208,6 milioni (+3,9%), l‘Ebit a 134,2 milioni da 140,1 (-4,2%) e l‘utile netto balzare dell‘88% a 70,5 milioni da 37,4.

Enìa da parte sua ha visto i ricavi passare a 538,9 milioni da 556,9 (-3,2%), l‘Ebitda a 106,7 milioni da 100,1 (+6,6%), l‘Ebit a 51,6 milioni da 51,4 (+0,03%) e l‘utile netto salire del 51,9% a 34,5 milioni da 22,7.

Intorno alle 17,00 in borsa Iren guadagna lo 0,85% a 1,188 euro.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando si [ID:nBIA26e88]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below