30 luglio 2010 / 15:22 / tra 7 anni

PUNTO 1 - Benetton, netto sem1 sale +39%, conferma stime 2010

(aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Benetton Group BNG.MI ha realizzato nel primo semestre un utile netto in aumento a 40 milioni da 29 milioni di un anno prima (+38,9%) nonostante un aumento dell‘aliquota fiscale media, su ricavi per 891 milioni (+1%).

Sul fatturato ha avuto un impatto favorevole il cambio, “in particolare la rivalutazione di numerose valute dei paesi emergenti nei confronti dell‘euro”, ha spiegato in conference call il direttore finanziario Alberto Nathansohn.

L‘utile operativo è salito a 63 da precedenti 43 milioni, con una percentuale sulle vendite in aumento al 7,1% da 4,9%. Gli oneri finanziari sono calati a 7 milioni da 12 milioni del primo semestre 2009 grazie alla diminuzione dei tassi di interessi e del debito.

L‘indebitamento netto a fine giugno risultava in calo di 48 milioni a 508 milioni, rispetto a fine dicembre, grazie alla “forte generazione di cassa nella prima parte dell‘anno”, per 150 milioni da 145 milioni di un anno prima.

In merito all‘outlook, Benetton prevede che “il trend nella seconda parte dell‘anno confermi per l‘intero anno le stime di una leggera riduzione dei margini operativi rispetto al 2009”. Ci saranno “importanti” oneri non ricorrenti in un ammontare simile a quello dello scorso anno, un maggior costo sul debito in funzione del finanziamento acceso a giugno in sostituzione di quello scaduto e un‘aliquota fiscale media in leggero aumento.

I nuovi ordinativi per la stagione autunno/inverno 2010 dimostrano “tuttavia il perdurare della debolezza del sistema economico nei mercati storicamente di maggiore rilievo per il gruppo”. La raccolta ordini della collezione è in linea con quella della primavera/estate 2010, ha spiegato il Cfo.

La collezione “primavera/estate ha visto una chiusura della raccolta ordini in calo del 4% rispetto al 2009”, ha spiegato il direttore finanziario.

Tornando ai dati del semestre, i ricavi dell‘abbigliamento sono cresciuti dello 0,9% a 839 miioni, quelli del tessile sono aumentati del 3,3% a 52 milioni. Il canale wholesale ha visto un incremento dello 0,2% a 616 milioni, le vendite dirette sono migliorate del 3% a 223 milioni.

A livello di aree geografiche, l‘Italia e il resto dell‘Europa a cambi correnti sono diminuiti dello 0,2%, l‘Asia (soprattutto India) è migliorata del 7,8%, l‘America è salita dello 0,3%, il resto del mondo è calato dell‘1,7%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su [ID:nBIA301cc].

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below