29 luglio 2010 / 15:55 / tra 7 anni

Bulgari torna in utile in trim2, elementi per superare guidance

* Bulgari va in utile in trim2 per 0,6 mln

* Non esclude di battere la guidance 2010

* Impatto negativo valute visto in attenuazione

MILANO, 29 luglio (Reuters) - Bulgari BULG.MI torna in utile nel secondo trimestre, con un risultato netto di 0,6 milioni rispetto al rosso di 11,2 milioni di un anno prima, su un fatturato di 244,2 milioni, da precedenti 218,3 milioni.

L‘utile operativo è pari a 12,6 milioni dalla perdita di 8,2 milioni del secondo trimestre 2009. Nel primo trimestre aveva realizzato una perdita netta di 8,3 milioni.

La maison romana ribadisce l‘outlook per l‘anno in corso ma non esclude risultati migliori. “Da parecchi mesi dico che è una previsione conservativa, ma ci sono elementi per aspettarsi risultati migliori”, tra cui l‘arrivo dei nuovi prodotti, spiega in un‘intervista telefonica a Reuters l‘AD Francesco Trapani. La guidance indica una crescita a ‘mid-single digit’ dei ricavi a cambi comparabili nel 2010.

La possibilità che venga superata la guidance deriva anche dall‘andamento delle vendite a luglio, mese in cui “non abbiamo avuto nessuna notizia negativa, le cose stanno andando secondo i piani”, secondo l‘AD.

Nel semestre Bulgari riduce la perdita netta portandola a 7,7 milioni da 40,5 milioni di un anno prima, su ricavi per 443,3 milioni (+12% a cambi correnti, +8% a tassi costanti).

Le stime raccolte da Thomson Reuters IBES indicavano nel trimestre un utile netto di 7 milioni, secondo 9 analisti, su ricavi per 248,3 milioni (12 previsioni).

CAMBIA CALENDARIO NUOVI PRODOTTI

Trapani tiene a precisare che nel 2010 si sta verificando un “significativo” slittamento del calendario. In particolare, i prodotti presentati a Basilea 2009 erano stati consegnati nel secondo trimestre, quelli di Basilea 2010 verranno invece consegnati nel terzo e quarto trimestre, inoltre le spedizioni del consueto lancio nella profumeria, nel 2009 avvenute a giugno, quest‘anno sono iniziate a luglio. Depurando la base di confronto con il primo semestre 2009 da questi fattori, “su base omogenea, il +8,2% di fatturato nei sei mesi diventa +14%”.

IMPATTO FRANCO SVIZZERO VISTO IN ATTENUAZIONE

Anche l‘impatto negativo delle valute, in particolare del franco svizzero (importante area di produzione per Bulgari), dovrebbe attenuarsi nei prossimi mesi. “Abbiamo avuto perdite importanti nel primo semestre sui cambi, diversamente dalle aspettative. Per la prima volta c’è stato un significativo sganciamento dell‘euro dal franco, con un -15% della moneta unica sulla valuta elevetica da inizio anno”, spiega Trapani. “La buona notizia è che alla luce dei tassi di cambio al primo luglio, e ipotizzando che questa situazione possa continuare, prevediamo perdite immateriali nei prossimi mesi”.

A livello di singole categorie, nel semestre a cambi costanti la gioielleria è cresciuta del 10,5%, gli orologi sono calati del 4,6%, i profumi sono migliorati del 13,6% e gli accessori sono aumentati del 20,7%.

In termini di aree geografiche l‘Europa con le vendite è migliorata dell‘1%, di cui il +2,7% dell‘Italia. L‘America è salita del 52,7%: “è andata molto bene da gennaio e fine giuno. Non abbiamo notato nessun particolare rallentamento nel secondo trimestre”. Il Giappone continua a soffrire con una flessione del 4%. Le vendite nel resto dell‘Asia sono migliorate del 21,4% con la Greater China balzata del 29,7%. Incremento del 6,1% in Medio Oriente.

L‘indebitamento netto a fine giugno era pari a 290,2 milioni, da 216,8 milioni di fine dicembre e 351,6 milioni di un anno prima.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below