29 marzo 2010 / 12:47 / tra 8 anni

PUNTO 1 - Exor in rosso conti gruppo, spa in utile paga cedola

(aggiunge dettagli bilancio, cessione pacchetto Intesa Sanpaolo)

TORINO, 29 marzo (Reuters) - Exor (EXOR.MI), holding del gruppo Agnelli a cui fa capo la partecipazione in Fiat FIA.MI, chiude il bilancio con una perdita netta consolidata di 388,9 milioni, dall‘utile di 301,8 milioni.

La capogruppo chiude in utile per 88,8 milioni, dai 333 milioni dell‘anno precedente, dice una nota.

All‘assemblea dei soci verra’ proposto un dividendo di 0,77 per le azioni ordinarie (da 0,319), o,317 per le privilegio (da 0,3707) e 0,3481 per le risparmio (da 0,4580).

La posizione finanziaria netta del sistema holding e’ postiva per 51,6 milioni (da - 11,1 milioni).

Per l‘intero 2010 Exor prevede un risultato positivo.

“A livello di risultato consolidato la variazione negativa ammonta a 824,3 milioni e deriva dal decremento netto dei risultati delle partecipate (-655,3 milioni), dal decremento del risultato finanziario netto (-155,5 milioni) e da altre variazioni nette (-13,5 milioni)”, spiega la nota.

Il patrimonio netto consolidato attribuibile ai soci della controllante ammonta a 5.305,4 milioni ( 3.615,6 milioni al 31 dicembre 2008).

La variazione positiva, pari a 1.689,8 milioni, deriva sostanzialmente dalla fusione per incorporazione della controllata Ifil (+ 1.706,2 milioni), dalla perdita consolidata dell‘esercizio 2009 ( 388,9 milioni) e da altre variazioni nette (+ 372,5 milioni).

La variazione negativa dell‘utile della capogruppo (244,2 milioni) deriva principalmente da minori dividendi da partecipazioni (- 135,7 milioni) e plusvalenze su cessioni di azioni Intesa Sanpaolo (- 145,8 milioni).

L‘ammontare del dividendo sara’ al massimo di 67,9 milioni, in pagamento dal 27 maggio.

PACCHETTO INTESA SANPAOLO ANCORA ASSOTTIGLIATO

Exor ha proseguito anche nel 2010 l‘alleggerimento della partecipazione in Intesa Sanpaolo (ISP.MI). Nel primo trimestre del 2010 la holding del gruppo Agnelli ha venduto un altro 0,25% del capitale ordinario della banca limando il suo pacchetto all‘attuale 0,09%.

L‘operazione ha comportato un ricavo di 90 milioni e una plusvalenza di 0,6 milioni a livello consolidato e 14,8 milioni a livello di bilancio separato, dice una nota.

Come e’ noto, nel 2009 Exor ha venduto lo 0,66% del capitale ordinario della banca, con un ricavo di 217,2 milioni e una minusvalenza netta di 15,4 milioni a livello consolidato e una plusvalenza netta di 21,7 milioni a livello di bilancio separato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below