29 gennaio 2010 / 10:00 / tra 8 anni

PUNTO 1-Finmeccanica in 2010 taglia costi,guarda paesi emergenti

* Guarguaglini conta che in 2010 si stringa contratto con

Emirati per addestratori M346 da 1 miliardo di euro

* Per i budget militari non sono attese modifiche

drammatiche

* Drs dovrebbe confermare in 2010 i buoni risultati del 2009

ROMA, 29 gennaio (Reuters) - Mentre il mercato la penalizza con perdite superiori al 3% per il taglio della redditività 2010 previsto nelle nuove guidance pubblicate ieri sera, Finmeccanica SIFI.MI annuncia tagli di costi per l‘anno in corso, fiducia nel mantenimento dei risultati 2009 per Drs e guarda ai mercati dei Paesi emergenti per accrescere i propri ordini.

In una conference call con gli analisti sui nuovi obiettivi, il presidente Pier Francesco Guarguaglini ed il direttore finanziario Alessandro Pansa hanno illustrato come la società pensa di far fronte alle “incertezze della ripresa del sistema economico” che si riversano soprattutto sulla “riduzione degli anticipi finanziari”: ossia con una politica di taglio dei costi generali, la tenuta sui mercati domestici ed uno sviluppo dei mercati.

Pansa ha parlato di riduzioni del personale in alcune aziende del gruppo (vedi Telespazio) e di riduzione dei “costi generali” in altre, ma si è detto fiducioso che le scelte politiche dei governi nei tre mercati domestici (Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti) non incideranno in negativo sulle previsioni di ordini e ricavi del gruppo.

Guarguaglini ha parlato delle possibilità offerte dal buon piazzamento della società sui mercati emergenti (ha citato il Brasile, il Medio Oriente e l‘Estremo Oriente), Paesi nei quali è possibile ottenere “margini superiori a quelli dei Paesi occidentali grazie alla possibilità di produrre in loco” a prezzi più bassi.

Per quel che riguarda gli Stati Uniti, la controllata Drs pensa nel 2010 di poter ripetere i buoni risultati del 2010.

Guarguaglini ha anche parlato del contratto da 1 miliardo di euro negli Emirati Arabi per gli addestratori M346 prodotti da Aermacchi, società di Alena Aeronautica.

Nei giorni scorsi la stampa specializzata avevava parlato di “stallo” nelle trattative, ma Guarguaglini ha detto di essere fiducioso di poter concludere il contratto entro il 2010 ed ha parlato di quelli attuali come di “problemi normali” nel corso di una trattativa.

Alle 10,45 il titolo Finmeccanica viene trattato a 10,07 euro con una perdita del 3,36% sulla chiusura di ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below