13 maggio 2009 / 17:47 / tra 8 anni

PUNTO 1 - Autogrill, sale rosso trim1, aprile è incoraggiante

(aggiunge altri dettagli da conference call)

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Autogrill (AGL.MI) ha incrementato la perdita netta nei primi tre mesi dell‘anno, portandola a 16,8 milioni da 4,1 milioni di un anno prima.

L‘Ebitda è invece migliorato del 24,6% a 92,9 milioni. I ricavi sono saliti a cambi correnti dell‘11,5% a 1.216,2 milioni.

Sul risultato netto, spiega una nota, hanno influito maggiori oneri finanziari, per 26,9 milioni da 18,6 milioni di un anno prima, legati alle acquisizioni, e imposte più alte per 10,7 milioni, sempre legate alle società acquisite, da 4 milioni di tasse pagate nel primo trimestre 2008.

Nelle prime 18 settimane del 2009 i ricavi sono migliorati in linea con le attese del gruppo di ristorazione, spiega la nota, con un incremento dell‘11,4%.

Autogrill conferma i due possibili scenari per il 2009: quello con traffico in recupero nella seconda metà del 2009 (ricavi a 5,9 miliardi, Ebitda a 625 milioni) e un secondo quadro che prevede traffico negativo per l‘intero anno (ricavi a 5,72 miliardi, Ebitda a 575 milioni). In entrambi i casi gli investimenti sono visti a 160 milioni.

Nei primi tre mesi gli investimenti sono calati a 26,6 milioni da 57,8 milioni di un anno prima.

“In aprile ci sono stati segnali incoraggianti ma è ancora presto per dire quale scenario prevarrà”, è scritto nelle slide preparate per la conference call.

L‘AD Gianmario Tondato da Ruos, commentando i risultati nella nota, sottolinea che “il trend del traffico sembra diventare più stabile e vedo una buona capacità di reazione del gruppo e una tenuta della redditività delle operazioni”.

Sempre riguardo all‘outlook, il direttore finanziario Alberto De Vecchi in conference call ha ricordato che “lo scenario di traffico negativo c’è ancora, ad esempio negli aeroporti Usa e spagnoli, con un calo a doppia cifra. Ma ci sono alcuni segnali di attenuazione del trend negativo, come nelle autostrade Usa e negli aeroporti britannici. Prime indicazioni di una inversione di trend? Troppo presto per dirlo”.

L‘indebitamento netto a fine marzo risulta in aumento di 141,6 milioni, rispetto a fine dicembre, a 2,3 miliardi, “principalmente per effetto della stagionalità del business e per diverso volume di attività”, è scritto nella nota. Il rapporto debito/Ebitda, su cui si basano i covenant finanziari, è pari a 3,47.

Riguardo al rispetto dei covenant, argomento molto sentito dagli analisti, in conference call il direttore finanziario ha ribadito di “aver fiducia nel rispetto dei covenant di fine giugno”.

De Vecchi ha aggiunto che “in linea di principio la posizione finanziaria è destinata a migliorare andando avanti con l‘anno, anche perchè dal secondo trimestre generiamo cassa, non l‘assorbiamo”.

Il titolo Autogrill ha chiuso in calo del 5,6% a 5,87 euro con un indice S&P/Mib .SPMIB in ribasso del 4,7%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below