12 agosto 2008 / 14:40 / tra 9 anni

PUNTO 1-Pininfarina, cda nomina Paolo presidente, conferma piani

(aggiunge dettagli sugli assetti aziendali)

TORINO, 12 agosto (Reuters) - Il gruppo Pininfarina (PNNI.MI) conferma il piano elaborato da Andrea Pininfarina, deceduto giovedi scorso un per incidente stradale, e nomina il fratello Paolo, 49 anni, alla presidenza della società.

Le deleghe per le attività operative e lo sviluppo del piano industriale vanno al direttore generale Silvio Angori, che con Andrea Pininfarina ha seguito tutta la elaborazione del piano.

“Il mio impegno è che il programma per lo sviluppo tracciato da mio fratello continui con i tempi e le modalità gia indicati”, ha detto il neo presidente Paolo Pininfarina.

Il cda ha anche nominato Lorenza Pininfarina vicepresidente vicario ed ha cooptato come consiglieri Silvio Angori e Gianfranco Albertini (rispettivamente direttore generale e direttore finanziario), dice una nota.

Lorenza Pininfarina avrà anche la delega alla comunicazione.

“Nel segno di una forte continuità di oltre 75 anni la nostra famiglia si è assunta la piena responsabilità in prima persona”, ha detto il presidente Paolo Pininfarina.

“Con il consiglio abbiamo immediatamente risposto alla tragica emergenza della scomparsa di Andrea dando fiducia alle persone che hanno collaborato con mio fratello alla predisposizione del piano industriale e finanziario che ha trovato qualificato consenso in partner industriali e nelle istituzioni finanziarie”.

Lo scorso 1 agosto Pininfarina ha raggiunto un accordo sul debito (circa 600 milioni) con le banche creditrici che è propedeutico ad una intesa di rifinanziamento del debito stesso.

Questo accordo dovrebbe essere l‘utimo tassello per il varo dell‘aumento di capitale fino a 100 milioni, già approvato dalla assemblea dei soci, che era previsto per il quarto trimestre 2008.

La strategia disegnata da Andrea Pininfarina prevedeva l‘ingresso, con la ricapitalizzazione, di nuovi soci tra cui il bretone Vincent Bollorè, l‘indiana Tata, Pietro Ferrari, Alberto Bombassei e la famiglia torinese Marsaiaj.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below