May 7, 2020 / 11:28 AM / a month ago

Mediobanca sospende guidance dividendo, resta impegnata a esecuzione piano

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Mediobanca chiude il terzo trimestre con un utile netto più che dimezzato a 84,6 milioni di euro scontando l’impatto di svalutazioni e rettifiche a causa dell’emergenza Covid-19, e sospende la dividend policy per l’esercizio in corso in linea con le indicazione della Bce.

Il Cda dell’istituto, dice in una nota, fornirà una nuova guidance sul dividendo a fine luglio in occasione dell’approvazione dei conti annuali, mentre resta fortemente impegnata nell’esecuzione delle linee strategiche del piano al 2023 presentato a novembre.

Grazie ad una robusta generazione di capitale Mediobanca prevede un Cet1 a fine esercizio 2020/21 del 15%, pre-distribuzione dividendi, “anche nel caso di raddoppio del costo del rischio (a circa 100bps) rispetto ai livelli pre-Covid (52bps a giugno 2019)”.

A fine marzo il Cet1 phased-in si attesta al 13,88% con un buffer di circa 600 punti base sopra i limiti regolamentare e continuando ad includere la quota di dividendo accantonato in semestrale.

Nell’ambito degli interventi ex Covid la Bce ha consentito a Mediobanca di soddisfare il requisito di secondo pilastro solo per il 75% con strumenti di Cet1 e per il restante 25% con strumenti Tier2, riducendo pertanto il requisito minimo SREP sul Cet1 ratio consolidato al 7,94% dall’8,25%.

Sotto il profilo dei risultati economici, i ricavi si sono attestati a 1,9 miliardi di euro nei novi mesi, in crescita dell’1% su anno, con l’ultimo trimestre in calo del 9% per l’impatto della volatilità dei mercati che ha pressoché azzerato il trading.

Per i primi trimestri dell’esercizio 2020/2021 Mediobanca vede ricavi “in moderata riduzione” a causa soprattutto del calo transitorio dell’erogato del credito al consumo e la graduale ricostituzione della pipeline nel Cib.

Le rettifiche su crediti balzano di quasi il 30% a 209,5 milioni di euro, di cui 100 milioni nel solo terzo trimestre.

“Nell’incertezza che contraddistingue il quadro di riferimento, il gruppo allo stato si è dato uno scenario operativo basato sul graduale riavvio delle attività a partire dalla fine di giugno prossimo, con efficacia delle iniziative governative volte allo stimolo della domanda soprattutto nella seconda parte dell’esercizio 2020/21”, scrive nella nota.

Andrea Mandalà, in redazione a Roma Francesca Piscioneri

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below