February 6, 2020 / 10:00 AM / 14 days ago

PUNTO 1-UniCredit promette maggior remunerazione azionisti, no M&A per durata piano

* Proposto dividendo cash 0,63 euro, buyback 0,5 mld

* Mustier ribadisce: meglio buyback di M&A

* Da ABB Yapi Kredi impatto negativo in trim1 per 0,82 mld (Aggiunge andamento titolo, commenti analisti, Mustier)

MILANO, 6 febbraio (Reuters) - UniCredit promette una maggiore remunerazione degli azionisti dopo i conti del 2019 ed esclude movimenti di M&A per la durata del piano presentato lo scorso dicembre con orizzonte temporale al 2023.

Il mercato apprezza la generosa politica dei dividendi e spinge il titolo sui massimi dell’anno.

La banca chiude il quarto trimestre in rosso a causa di poste straordinarie ma fa meglio delle attese e conferma l’outlook per il 2020 su ricavi e utile netto.

Gli ultimi tre mesi dell’anno hanno visto una perdita contabile di 0,8 miliardi dopo rettifiche su crediti per oltre 1 miliardo nella divisione non core per l’aggiornamento della strategia di rundown, oltre agli impatti della cessione di una quota del 9% in Yapi Kredi e costi di integrazione in Germania e Austria, spiega una nota. Senza questi impatti l’utile sarebbe di 1,4 miliardi.

Il dato è comunque migliore delle attese raccolte dalla banca con 20 analisti che convergevano su una perdita di 1,1 miliardi.

Il dato del 2019 si attesta a 3,4 miliardi a livello contabile o a 4,7 miliardi senza poste straordinarie.

La banca conferma l’outlook per il 2020 con ricavi attesi a 18,2 miliardi, costi inferiori ai 10,2 miliardi e un utile netto sottostante, senza poste straordinarie, di 4,3 miliardi con un Rote dell’8%.

Proposta la distribuzione di un dividendo cash di 0,63 euro per azione (0,27 euro lo scorso esercizio) e il riacquisto di azioni proprie per 0,5 miliardi.

Nella nota il Ceo Jean Pierre Mustier ribadisce di preferire il buyback all’M&A. E durante la call con gli analisti ha escluso M&A nell’arco del piano.

La banca valuterà l’aumento della distribuzione di capitale al 50% per il resto del piano Team 23, già sul 2020, e una distribuzione di capitale straordinaria nel 2021 e/o nel 2022, sotto forma di dividendi o buyback, sulla base di proiezioni del Cet1 Mda buffer in eccesso.

MERCATO PREMIA PROMESSA REMUNERAZIONE AZIONISTI PIÙ GENEROSA

“I risultati del quarto trimestre sono migliori delle attese grazie a una migliore performance operativa e cost one-off in calo. A sorpresa, il management ha annunciato un ulteriore miglioramento della politica dei dividendi rispetto agli obiettivi annunciati a dicembre”, scrive Equita nel daily.

Il titolo alle 10,50 balza del 5,63% a 13,554 euro con volumi già superiori alla media dell’ultimo mese sull’intera seduta (19 milioni di pezzi scambiati contro 15,6 milioni). Lo stoxx italiano dei bancari sale del 3%.

Sotto il profilo patrimoniale UniCredit ha un Cet1 pro forma al 13,09% a fine 2019 e un Mda buffer di 300 punti base. Confermato il target di un Cet1 Mda buffer di medio-lungo periodo di 200-250 punti base.

Nel 2019 i ricavi sono scesi dello 0,7% a 18,8 miliardi (poco meglio delle attese) con una flessione del margine di interesse del 3,5% e delle commissioni dello 0,4%.

Nel solo quarto trimestre il margine di interesse è sceso dell’1,6% su trimestre, mentre le commissioni sono cresciute del 3,8%.

La qualità degli attivi vede un calo delle esposizioni deteriorate del 33,7% con un’incidenza sul totale dei crediti al 5% nel quarto trimestre, meglio della guidance e in calo di 2,7 punti su anno.

Dalla cessione del 12% di Yapi Kredi conclusa ieri in tarda serata la banca prevede un impatto di +0,5 punti nel primo trimestre. L’operazione si è conclusa a un prezzo unitario di 2,88 lire turche con uno sconto del 4% sulla chiusura del titolo di ieri e un incasso di 440 milioni di euro. La cessione genererà un’impatto negativo di 0,82 miliardi sul conto economico nel primo trimestre.

Gianluca Semeraro, Valentina Za, Giancarlo Navach, in redazione a Roma Francesca Piscioneri

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below