August 7, 2019 / 6:21 AM / in 3 months

UniCredit abbassa guidance ricavi per tassi bassi, conferma utile 2019 a 4,7 mld

MILANO, 7 agosto (Reuters) - UniCredit ha rivisto al ribasso la guidance sui ricavi nel 2019, a 18,7 miliardi da 19 miliardi, a causa del persistente scenario di tassi di interesse bassi ma conferma il target sull’utile netto rettificato di 4,7 miliardi e su un payout del 30%.

Dopo l’uscita da FinecoBank i ricavi 2018 erano stati riclassificati a 19 miliardi dai 19,7 miliardi precedenti, si legge nelle slide sui conti del primo semestre.

In un briefing il CEO Jean Pierre Mustier ha spiegato che il target di utile netto, nonostante il trend in calo dei ricavi, è raggiungibile perché nella seconda parte dell’anno si avrà un tax rate più basso.

Nel secondo trimestre l’utile netto contabile si è attestato a 1,9 miliardi in crescita dell’81%, grazie alla cessione del 17% di Fineco, ma sotto le attese degli analisti, fornite dalla banca, che convergevano su 2,13 miliardi.

L’utile rettificato è stato di un miliardo con una crescita dello 0,4%.

Il Rote è all’8,8% con un progresso di 0,1 punti percentuali ed è confermato il target di un ratio oltre 9% per il 2019.

I ricavi si sono attestati a 4,5 miliardi nel trimestre con un calo del 4,6% annuo e del 5,2% sul trimestre precedente, frutto di un margine di interesse in calo del 2,6% e di commissioni in calo del 3%. Il dato dei ricavi è leggermente sotto le attese.

Il CET1 ratio si attesta al 12,08% con un MDA buffer di 201 punti base. Nel terzo trimestre è atteso un beneficio di 0,3 punti percentuali dalla cessione della quota residua di Fineco in luglio. Confermato il target di un CET1 ratio Mda buffer nella parte superiore del range 200-250 punti.

Il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale dei crediti è al 7%. Le esposizioni deteriorate lorde nella parte ‘non core’ sono attese nel 2019 “decisamente sotto i 14,9 miliardi e più vicine ai 10 miliardi”.

Nella seconda parte dell’anno ci sarà un’accelerazione del processo di riduzione dei crediti deteriorati, ha detto Mustier.

A proposito delle voci sulla creazione di una sub-holding in Germania, Mustier ha ribadito che la banca ‘è felice di avere il quartier generale in Italia” e resterà quotata a Milano. “Abbiamo annunciato che possiamo lavorare su una struttura di gruppo per avere un bilancio più solido e servire più efficacemente i nostri clienti e poter intraprendere azioni per limitare l’impatto di shock macro sul costo del funding”, ha detto.

(Gianluca Semeraro)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below