10 maggio 2017 / 16:06 / tra 5 mesi

Mediobanca, netto 9 mesi batte attese, Cet1 sopra 13%, esce da Atlantia

MILANO, 10 maggio (Reuters) - Mediobanca chiude i primi nove mesi dell‘esercizio 2016-17 con un utile netto di 613,9 milioni di euro, in crescita del 38,8% rispetto a un anno prima e sopra il consensus raccolto dalla banca pari a 560 milioni.

Il risultato operativo è salito del 23% a 686 milioni, mentre i ricavi registrano un incremento del 9% a 1,66 miliardi, segnando il record di tutti i tempi, dice una nota. Il rote è al 10%

Nel dettaglio il margine di interesse è salito del 5,5% a 955,1 milioni, mentre le commissioni sono cresciute del 19,5% a 401,9 milioni.

A fine marzo il Cet1 phased in si è attestato al 13,1% rispetto al 12,3% di fine 2016, mentre quello fully phased è al 13,35% da 12,82%. E’ quindi pienamente recuperato, spiega la nota, l‘effetto negativo della deduzione della quota in Generali pari a 1,1 miliardi effettuato da giugno 2016 per rispetto dei limiti di concentrazione.

Le rettifiche su crediti sono scese del 22,2% a 248,1 milioni con una copertura che sale al 56% (dal 54%) sui crediti deteriorati e al 71% (dal 69%) sulle sofferenze.

Nel solo terzo trimestre l‘utile netto cresce a 195,7 milioni da 121,3 milioni di un anno prima, i ricavi salgono del 7% a 584 milioni.

Lo spaccato per divisione vede il wealth management con un utile netto raddoppiato a 54 milioni e masse della clientela in crescita a 51,7 miliardi (da 41,2 miliardi). CheBanca! ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto di 23,2 milioni (da 7,1 milioni) con un forte aumento legato all‘acquisizione del ramo Barclays.

Il credito al consumo mette a segno il miglior utile netto di sempre a 198 milioni, pressoché raddoppiato.

La divisione Principal Investing vede un miglioramento dell‘apporto della quota Generali a 194,1 milioni da 178,6 milioni con un utile netto che sale a 320 milioni da 268,6 milioni.

Il dato include la plusvalenza da 110,4 milioni legata alla cessione dell‘1,35% di Atlantia compiuta nel primo trimestre e quella da 28,1 milioni per la vendita del 5,1% di Koenig & Bauer realizzata nel terzo trimestre.

Sempre nel corso del terzo trimestre Mediobanca ha venduto a termine il residuo 1,35% detenuto in Atlantia (11,5 milioni di titoli), azzerando la sua partecipazione. La consegna e gli effetti sul conto economico sono previsti nel terzo trimestre solare del 2017.

(Gianluca Semeraro)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below