8 novembre 2016 / 15:03 / tra 10 mesi

PUNTO 1-Campari, sorprende crescita organica trim3 +6,1%, cautela su aumento costi

(Aggiorna con conference call)

MILANO, 8 novembre (Reuters) - Crescita organica del 6,1% e sopra le attese nel terzo trimestre 2016 per il gruppo Campari , che archivia i primi 9 mesi con un utile lordo rettificato (cioè al netto delle rettifiche di proventi e oneri operativi e finanziari nei primi nove mesi 2016 e nei primi nove mesi 2015) in progresso del 3,2% a 183,7 milioni.

Il titolo Campari ha accelerato in borsa dopo la pubblicazione dei risultati, aggiornando i massimi di seduta e arrivando a guadagnare oltre il 3%. Secondo un broker il consensus per la crescita organica del periodo era di un incremento del 4,3%.

Le quotazioni si sono poi ridimensionate nel corso della conference call con gli analisti da cui è emerso che la spesa in A&P (Advertising and Promotions), salita nei 9 mesi al 17,7% dal 16,7%, sarà del 17,5% l‘anno prossimo. Nel periodo i costi SG&A (selling expenses + general and administrative expenses) sono cresciuti del 7,2%.

“Campari ha registrato un risultato migliore delle attese per le vendite del terzo trimestre grazie in gran parte a Grand Marnier, mentre Ebit ed Ebitda sono risultati in linea con le previsioni a causa di forti spese di vendita, generali e di promozione”, ha detto Matteo Bertelè, analista di Fidentiis.

Le vendite del terzo trimestre sono ammontate a 436 milioni a fronte di una previsione SmartEstimates ThomsonReuters di 414 milioni. Nei nove mesi l‘Ebitda rettificato si è attestato a 272,7 milioni (+7,0%, variazione organica +6,0%, 23,1% delle vendite e l‘Ebit rettificato a 234 milioni (+6,0%, variazione organica +4,5%, 19,8% delle vendite).

L‘effetto del primo consolidamento di Grand Marnier è stato pari a 10,5 milioni sull‘Ebit rettificato e di 43,8 milioni sulle vendite un dato, quest‘ultimo, superiore a quanto stimato da diversi broker.

Nel corso della conference call il direttore finanziario Paolo Marchesini ha detto che l‘impatto sull‘Ebit è destinato a ridimensionarsi negli ultimi tre mesi dell‘esercizio attestandosi a 15 milioni.

Proprio a seguito dell‘esborso per Grand Marnier il debito finanziario è salito a 1,359 miliardi dagli 826 mlioni di fine dicembre.

Parlando dell‘Italia l‘AD Bob Kunze-Concewitz ha detto che i dati Nielsen mostrano che si inizia a vedere un miglioramento dei consumi di alcolici. “Gli indicatori dei consumi sono positivi di una cifra singola, questo è una novità per l‘Italia”.

“Continueremo ad acquisire quote di mercato in particolare nel segmento dell‘aperitivo lungo”, ha detto l‘AD.

La decisione di costituire una struttura commerciale diretta in Sudafrica risponde all‘esigenza di concentrare nelle proprie mani la distribuzione in un paese considerato trampolino di lancio per espandersi in un Continente ad alto potenziale per i brand del gruppo. L‘impatto sui margini sarà di 3-4 milioni che saranno compensati interamente a partire dal secondo anno.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below