28 luglio 2016 / 14:10 / in un anno

CORRETTO-PUNTO 1-Prysmian, salgono ricavi, Ebitda e utile in sem1

(Puntualizza che si tratta del primo semestre, non del primo trimestre)

MILANO, 27 luglio (Reuters) - Prysmian ha archiviato il primo semestre con ricavi, marginalità e utile in rialzo, confermando la guidance sull‘Ebitda adjusted 2016.

I ricavi, si legge in un comunicato del gruppo guidato dall‘AD Valerio Battista, hanno registrato un progresso, su base organica, dell‘1,8%, a 3,785 miliardi di euro. A livello settoriale spiccano le performance, in termini di fatturato, degli energy projects (+22,7%) e telecom (+5,8%).

L‘Ebitda adjusted è salito del 10,5%, a 347 milioni. Prysmian conferma la guidance sull‘Ebitda adjusted a fine anno, visto all‘interno del range 670-720 milioni di euro.

L‘Ebit adjusted è aumentato del 25,5%, a 217 milioni.

L‘utile netto si è attestato a 115 milioni (+43,8%).

L‘indebitamento finanziario netto a fine giugno ammontava a 1,031 miliardi (811 milioni escludendo le acquisizioni), rispetto ai 750 milioni a fine 2015 e ai 979 milioni di un anno prima.

Secondo le stime di consensus, pubblicate dall‘azienda sul sito, gli analisti (dodici broker) per il primo semestre prevedevano ricavi pari a 3,875 miliardi, un Ebitda adjusted di 338 milioni, un Ebit adjusted di 262 milioni e un indebitamento netto di 1,046 miliardi.

Per quanto riguarda l‘intero anno, le stime di consensus (quindici broker) sono attestate su ricavi pari a 7,931 miliardi, un Ebitda adjusted di 704 milioni, un Ebit adjusted di 543 milioni e un indebitamento di 656 milioni.

Per la seconda parte dell‘anno il gruppo prevede “che la domanda di cavi nei business ciclici dei cavi per le costruzioni e della media tensione per le utilities risulti in linea rispetto all‘anno precedente, con una generale stabilizzazione dei prezzi. Nel segmento energy projects... prevede di migliorare la performance, sia nel business dei cavi sottomarini, sia nel business dell‘alta tensione terrestre. Nel segmento oil & gas è presumibile che il basso prezzo del petrolio e la conseguente riduzione degli investimenti in nuovi progetti avrà un impatto negativo. Nel segmento telecom è ipotizzabile che il trend di crescita della domanda di cavi in fibra ottica si protragga anche nella seconda parte del 2016, seppure a ritmi meno sostenuti rispetto al 2015”.

Prysmian stima che “l‘effetto derivante dalla variazione dei tassi di cambio generi un impatto negativo sull‘intero 2016 a seguito di un puro effetto di traslazione degli utili espressi in valuta differente da quella di consolidamento”.

Reazione cauta del titolo Prysmian ai risultati: attorno alle 16,10, infatti, cede lo 0,73%, a 20,53 euro, dopo aver oscillato tra 20,35 e 20,91 euro.

Per i risultati del primo semestre dell‘anno scorso cliccare su

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below