3 marzo 2016 / 18:38 / 2 anni fa

PUNTO 1-Moncler, batte attese su conti 2015, investimenti nel 2016

(Riscrive con dettagli da conference call)

MILANO, 3 marzo (Reuters) - Moncler batte le attese del mercato con un fatturato 2015 in crescita del 27% a 880 milioni (+19% a tassi costanti) e con un utile netto di 167,9 milioni, in aumento del 29%.

Gli analisti si aspettavano, secondo il consensus pubblicato sul sito della società di moda, ricavi per 868 milioni e un risultato netto di 163 milioni.

In crescita tutti i mercati: +28% a tassi di cambio costanti il fatturato di Asia e Resto del Mondo, +27% nelle Americhe, +13% in Emea e +5% in Italia.

“Non solo abbiamo raggiunto i target del nostro piano di Ipo, ma lo abbiamo fatto con un anno di anticipo”, ha detto il presidente e AD Remo Ruffini nella conference call con gli analisti.

Proposto un dividendo di 0,14 euro (payout al 21% dell‘utile netto consolidato) dai 12 centesimi dell‘anno prima.

2016, ANNO DI CRESCITA E INVESTIMENTI

Il 2016 sarà ancora un anno di crescita ma anche di investimenti, con un impatto sul margine operativo che al momento non è stato quantificato. Il focus, hanno spiegato i vertici del gruppo, sarà migliorare la struttura e l‘organizzazione del gruppo, con un occhio particolare alla rete retail: confermate almeno 15 nuove aperture, per il resto si lavorerà sulla qualità e il consolidamento del network, sulle relocation, sui flaghship store.

Nel 2015 il canale wholesale ha visto ricavi in calo del 5% a cambi costanti a 260,7 milioni, mentre nel retail sono saliti del 33% a 619,7 milioni, con vendite comparabili (negozi aperti da almeno 12 mesi) in aumento del 6%; a novembre il gruppo aveva definito “difficile ma raggiungibile” un incremento delle vendite comparabili del 10% per l‘intero anno dopo il +13% registrato nei primi nove mesi.

Per il 2016 le vendite like for like dovranno tener conto di una difficile base di confronto nella prima parte dell‘anno, ha ricordato il CCO Luciano Santel. “Non possiamo sapere quanto cresceranno, ma come diciamo sempre saremmo felici con una crescita ‘mid single digit’, è con questa che normalmente pianifichiamo il nostro business”.

L‘Ebitda adjusted 2015 è salito a 300 da 232,9 milioni (294 le attese),il 34,1% dei ricavi. L‘Ebit adjusted a 264,1 da 206,6 milioni (30% dei ricavi) contro un consensus di 257.

Includendo i costi non ricorrenti, l‘Ebit è stato pari a 252,7 milioni.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below