26 marzo 2015 / 14:23 / tra 2 anni

PUNTO 1-Terna, piano a 2019 vede cedola 0,20 anche in 2015, cash flow oltre 2 mld

(Aggiunge altri dettagli, commenti)

MILANO, 26 marzo (Reuters) - Terna stima di chiudere il 2015 con ricavi per oltre 2 miliardi di euro e un Ebitda superiore a 1,5 miliardi, mentre nell‘arco piano al 2019 prevede un free cash flow cumulato per oltre 2 miliardi.

Questi i pilastri principali del piano strategico che oggi i vertici della società proprietaria della gran parte degli elettrodotti italiani presenta alla comunità finanziaria a Londra.

Quanto al dividendo, è atteso stabile nel 2015 rispetto al 2014 a 0,20 euro per azione, rappresentando una solida l‘AD Matteo Del Fante, dice che questo livello “non è un floor, ma una base solida per il 20015 e riteniamo che 20 centesimi siano sostenibili nell‘arco del piano”.

La società ha aumentato l‘impegno per lo sviluppo della rete elettrica a 3,9 miliardi (3,6 miliardi previsti nel precedente piano), di cui 3,2 miliardi sulla rete elettrica nazionale, con impatto ancora minore sulla tariffa elettrica e sull‘indebitamento del gruppo. Il piano punta al rafforzamento delle rete in Italia e all‘integrazione del mercato elettrico europeo.

Previsti 1,4 miliardi di ricavi cumulati dalle attività non regolate, con una crescita annua del 16%, un‘ulteriore spinta per la crescita dell‘Ebitda.

Il valore degli asset regolati (Rab) sale a 13,4 miliardi nel 2019, con un Cagr del 3% nell‘arco del piano.

“Saremo ancora più selettivi sulle iniziative regolate e aumenteremo il nostro impegno sulle attività non regolate, pur mantenendo un profilo di rischio basso e una solida struttura finanziaria”, ha sottolineato l‘AD.

La maggiore efficienza operativa porterà benefici che a regime arriveranno a circa 30 milioni l‘anno, stima Terna.

Quanto all‘ipotesi di acquisire la rete elettrica delle Ferrovie dello Stato, il manager ha confermato che punta a chiudere l‘accordo per la fine del terzo trimestre: “le FS chiedono un miliardo di euro. Siamo pronti a pagare quella cifra ma solo se crea valore per il sistema e per i consumatori”.

Terna e Ferrovie hanno firmato un memorandum d‘intesa per discutere il passaggio di proprietà dei circa 8.000 chilometri di rete elettrica Fs.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below