29 agosto 2013 / 14:50 / tra 4 anni

Beghelli, utile sem1 ma risultati inferiori a target piano ristrutturazione

MILANO, 29 agosto (Reuters) - Beghelli è tornato all‘utile nel primo semestre, nonostante il calo dei ricavi, e prevede per l‘intero anno una leggera flessione del fatturato e un recupero dei margini operativi.

E’ quanto si legge in una nota del gruppo, che spiega inoltre che i ricavi e il margine operativo registrati nei primi sei mesi dell‘anno risultano più bassi di quelli previsti dal piano di ristrutturazione.

Beghelli ha archiviato il primo semestre con un utile di 1,69 milioni di euro, rispetto a una perdita di 1,19 milioni di un anno prima.

L‘Ebit è stato pari a 2,6 milioni, in crescita rispetto ai 327 mila euro dello stesso periodo del 2012.

Il fatturato consolidato è invece sceso a 69,3 da 79,6 milioni, soprattutto per la contrazione delle vendite del settore fotovoltaico.

L‘indebitamento netto a fine giugno era pari a 132,7 milioni.

“Il gruppo Beghelli prevede per l‘esercizio 2013 una leggera flessione del fatturato, accompagnata da un recupero dei margini operativi ed una redditività complessiva positiva”, spiega la nota.

La società inoltre mette in evidenza che le vendite e il margine operativo rilevati al 30 giugno risultano inferiori a quelli previsti dal piano di ristrutturazione, ma resta “confidente sulle possibilità di raggiungere i risultati previsti nei periodi di piano 2014-2017”.

La società ricorda inoltre che sono in corso negoziati con gli istituti di credito per il riscadenziamento del debito e che le principali banche finanziatrici hanno comunicato in via preliminare la disponibilità ad aderire alla richiesta di ‘standstill’ sui rimborsi in scadenza.

Le principali banche si sono dette disponibili anche al mantenimento in essere di linee di credito e affidamenti a breve termine, chiedendo però alla società “sino alla definizione dell‘accordo formale di ‘standstill’, di non superare i limiti degli utilizzi degli affidamenti in essere alla data della richiesta”.

“Si fa tuttavia presente che alcune banche hanno revocato, a partire dal 7 novembre 2012, gli affidamenti a breve(autoliquidante e fidi a primo rischio), con un impatto sull‘operatività del gruppo comunque gestibile sulla base dei restanti affidamenti disponibili”, prosegue il comunicato.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below