7 maggio 2013 / 10:19 / tra 4 anni

PUNTO 3-Indesit, netto trim1 in calo, mercato premia dati sopra stime

(Aggrega pezzi, aggiunge dettagli da conference call, chiusura titolo)

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Indesit ha archiviato il primo trimestre con risultati in calo, ma l‘utile operativo migliore delle attese spinge il titolo al rialzo.

Il gruppo ha chiuso i primi tre mesi del 2013 con un utile netto in forte calo, a 4,1 milioni dai 10,7 milioni registrati nello stesso periodo del 2012 (-62,2%).

In calo anche i ricavi, scesi del 3,8% a 598 milioni di euro, e l‘Ebit, diminuito del 33,2% a 13,9 milioni.

Il titolo, in accelerazione dopo la pubblicazione della trimestrale, ha chiuso sotto i massimi di seduta con un rialzo dell‘1,69% a 6,02 euro e con volumi sopra la media

Secondo un trader, che cita le stime di un broker, i ricavi sono leggermente sotto le attese, ma l‘Ebit è risultato sopra le stime.

Un analista parla di “numeri sopra le stime” e sottolinea inoltre l‘aumento dei prezzi e le azioni di contenimento dei costi che il gruppo ha messo in campo con l‘obiettivo di sostenere i margini.

L‘indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2013 è cresciuto a 505,7 milioni, rispetto ai 256,4 milioni del 31 dicembre e ai 442 milioni del 31 marzo 2012, “in linea con la stagionalità del settore”, precisa la nota.

IN 2013 AUMENTO PREZZI MOSSA OBBLIGATA

La società spiega come la contrazione registrata nel primo trimestre si contestualizzi in una situazione di difficoltà del mercato europeo, con ricavi e utile netto in calo soprattutto a causa dei minori volumi di vendita dei prodotti finiti, dell‘impatto del price-mix e dell‘andamento sfavorevole delle valute.

Sul fronte dell‘Europa orientale qualche segnale di preoccupazione arriva dalla Russia: a fronte di ricavi in crescita su tutta l‘area, l‘andamento sfavorevole del price/mix registrato nel paese a causa della maggiore pressione competitiva ha comportato un deciso calo dei margini.

“Nonostante l‘anno si apra con mercati per noi importanti ancora in calo, in particolare Italia e Francia, registriamo segnali di crescita a Est, con risultati positivi soprattutto in Ucraina e Turchia”, spiega l‘Ad Marco Milani nel comunicato.

“Guardiamo al futuro con ottimismo”, aggiunge, sottolineando che il gruppo continuerà ad operare per allineare la struttura dei costi all‘andamento delle vendite.

Ad aprile, ha detto il manager nel corso della conference call con gli analisti, il gruppo ha registrato una flessione delle vendite in un range del 2-2,5% rispetto all‘anno precedente.

Tra le azioni intraprese per contrastare la debole redditività Milani ha sottolineato l‘aumento programmato dei prezzi nel Regno Unito, Russia, Turchia, Ucraina e Polonia nel secondo e nel terzo trimestre e di un rafforzamento del mix delle vendite in Italia e Russia.

Queste, insieme con le iniziative in corso di definizione sul fronte del contenimento dei costi di produzione - di cui al momento l‘Ad non ha voluto fornire dettagli - dovrebbero garantire una protezione dei margini.

“Il 2013 sarà un altro anno nel quale non c‘è niente da sognare. Bisogna essere molto pragmatici e risoluti per proteggere il conto economico e la redditività della società”, ha detto Milani nella conference call.

“In termini di redditività non abbiamo altra scelta che quella di aumentare i prezzi. Lo stiamo già facendo, in modi e tempi diversi, nella gran parte dei principali mercati”, ha aggiunto.

Quanto a costi il focus per l‘anno sarà quello di “adattare la struttura dei costi ad un livello di ricavi che non è quello che noi vorremmo”, ha detto l‘Ad.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below